Ciambelle e discussioni!

Giornata davvero INFERNALE!
Iniziata con una piccola discussione sul posto di lavoro e terminata (fortunatamente), come si dice dalle mie parti,
  a tarallucci e vino!
Fortuna che ora sono a casa…
Sì, ok…ho un mal di gola drammatico…la pressione bassa…i giramenti di testa, un filino di mal di stomaco,  una fame stratosferica e il terrore di magiare qualcosa che possa farmi male.
Allora, per domattina, potrei preparare questa ciambella, frutto di un esperimento (perfettamente riuscito) nato per incrementare i miei dolci da colazione permessi, cioè privi di uova…
Tenendo conto che cucinare per me è fortemente terapeutico, penso proprio che vi manderò un bel bacione e andrò di corsa a prepararlo!!!

Ciambella integrale all’arancia e limoncello
(senza uova, senza burro)









Ingredienti:

310 gr di farina integrale;
210 gr di zucchero di canna;
100 gr di limoncello;
70 gr di olio e.v..o.;
il succo di 2 arance più la buccia grattugiata;
1 bustina di lievito per dolci;
zucchero a velo q.b. per decorare.

Procedimento:
Mescolare insieme farina, zucchero e lievito. Unire la buccia grattugiata delle arance, il succo e il limoncello. Mescolare e, infine, unire l’olio sempre mescolando. Versare il composto che sarà abbastanza liquido in uno stampo per ciambelle da 24 cm di diametro, dopo averlo oliato e infarinato.

Cuocere a 180°, in forno statico, per circa 40-45 minuti. Cospargere di zucchero a velo.

 

Simona Stentella

Sono uno storico dell’arte, ma lavoro all’accettazione dell’ospedale di Acquapendente, un paese sul confine tra Lazio, Umbria e Toscana. Amo la tranquillità, le cose semplici e amo seguire le mie passioni, che sono la cucina, la fotografia, l’arte.

53 Comments

  1. 16 gennaio 2014 / 16:12

    Ciao Simona, mi dispiace ma e' periodo di influenza, bevi succhi, spremute, e naturalemte la torta, fantastica!!!Segnata, da fare assolutamente, baciotti, tanto ho mal di gola anche io!!! 🙂

    • 23 gennaio 2014 / 5:49

      Ciao Laura, mi spiace abbia il mal di gola anche tu! Riguardati mi raccomando! Ti allungo una fettina ce la prendiamo con un tè caldo!!!

  2. 16 gennaio 2014 / 16:51

    Buon appetito! a me hai fatto venire una gran fame e poi i dolci si sa consolano tutti i mali e io ne sono dipendente!

  3. Anonimo
    16 gennaio 2014 / 17:03

    Mi hai fatto invidiaz, super golositè, compliments 🙂
    Lorenzo D.

  4. 16 gennaio 2014 / 17:40

    Ciao Simona spero che ora vada meglio! La tua torta ti aiuterà a tirarti su!!! Ti abbraccio Simona

  5. 16 gennaio 2014 / 18:49

    anche per me è stata una giornata orribile!! la tua ciambella mi pare una bellissima coccola ^_^

    • 23 gennaio 2014 / 5:52

      Letizia, mi dispiace sia stata una brutta giornata….beh il lato positivo è che è passata!!!!
      Un bacione grandissimo

  6. 16 gennaio 2014 / 19:07

    ^_^ la mia lo è stata ieri … influssi negativi ? è che ho dovuto mettermi a pulire che avevo i tecnici del riscaldamento in casa … e ora.. non ci vedo più dalla fame ^_______^ dai passa fettina 😉

    • 23 gennaio 2014 / 5:53

      Ehhhhhhh, avoglia a influssi negativi, qui ci vuole un maga cornetto rosso!!!! ahahahahahaha 😉

  7. 16 gennaio 2014 / 19:25

    Credo che la sfiga stia colpendo tanti di noi!! poi non so da te ma qui a Genova il tempo è più che ballerino, caldo freddo freddo caldo nel giro di mezza giornata, e giù raffreddore tosse e dolori! non vedo l'ora giunga la primavera! secondo me queste torte rustiche sono le migliori, le puoi mangiare ad ogni ora e non ti stancano mai! un bacione!

  8. 16 gennaio 2014 / 19:33

    amoraaaaaaa! Sono contenta che si sia risolto tutto!
    Indovina dove sono? Su una tua paginetta per un esperimento culinario che spero riesca! Buona questa ciambella, come tutte le cose che fai.
    Ti abbraccio forte e ti penso con la speranza di dedicare a te uno dei prossimi post, sono così in ritardooooo ma il tempo non basta mai!

    • 23 gennaio 2014 / 5:55

      Viviiiiiiiiii, sono curiosissima di vedere che stai combinando!!!! Ti mando un mega bacio e ti penso sempre!!!

  9. 17 gennaio 2014 / 7:26

    Ciao Simona, spero che ora stai un po' meglio :))
    La cura a base di torta mi sembra perfetta, se poi la torta è golosa come questa… la guarigione è assicurata!!!
    Brava!!!
    Bacioni…

  10. 17 gennaio 2014 / 10:44

    Preparerò sicuramente questa ciambella! è molto leggera e quindi è il dolce per me! 🙂 buon fine settimana Simona! un bacione!

    • 23 gennaio 2014 / 5:58

      Io amo la farina integrale….riesce a donarti l'idea di aver fatto qualcosa di buono per il tuo corpo pur mangiando un dolce!!!!!
      Un bacione Linda!

  11. 17 gennaio 2014 / 14:28

    che bontà! grazie per la ricetta 😀 questo weekend di pioggia sarà l'ideale per provare :)) Ciao Andrea

  12. 17 gennaio 2014 / 14:34

    Ottima per la colazione e per la merenda e profumatissima!
    A rileggerci presto tra ricette e sorrisi 😀

  13. 17 gennaio 2014 / 14:47

    le discussioni sfiniscono, se poi avevi anche il mal di gola povera…questa torta leggera e gustosa la vorrei sulla mia tavola per la colazione

    • 23 gennaio 2014 / 6:01

      Fortunatamente la discussione si è dissolta appena abbiamo parlato…in realtà era nata da un'incomprensione e la cosa mi ha sollevato perchè la persona in questione è davvero una brava persona, ma iniziare male ti mette di cattivo umore! Un bacione Enrica!

  14. 17 gennaio 2014 / 14:50

    Una torta digestiva e profumata!..Che scocciatura le discussioni, lasciano sempre di cattivo umore…hai fatto bene a metterti a spignattare!

  15. 17 gennaio 2014 / 20:25

    Simoooo <3 Cacchiarola, mi dispiace… prendi qualcosa e stai al caldo, cerca di fare il pieno di vitamine e vedrai che passerà presto! Questa ciambella deve essere deliziosa, poi con il limoncello… mmm… la proverò! Complimenti e un bacione, buon weekend! :**

  16. 17 gennaio 2014 / 22:13

    Mi spiace per le discussioni, sono sempre tanto antipatiche! Quanto mi piace il tuo ciambellone, senza uova e senza burro, è vegano!! Oltre ad essere sano, dev'essere una vera delizia! Un abbraccio e buonissima serata

  17. 17 gennaio 2014 / 22:42

    Un po' ti capisco perché anch'io ho avuto giornate un po' pesanti sai?
    Però come dici tu, cucinare e' terapeutico e se l'effetto finale e' questo… Bhe ben vengono le discussioni 😉

    • 23 gennaio 2014 / 6:05

      Immagino che, visto il tuo lavoro, forse le avrai più di me di giornate pesanti!
      Ti mando un bacino splendida e dolcissima Vaty!

  18. 18 gennaio 2014 / 8:21

    grazie per questa fantastica ricetta..io non sono intollerante ma non amo le uova per cui sono sempre alla ricerca di dolci senza …quindi ricetta salvata !!!!un saluto e buon we…

  19. 18 gennaio 2014 / 17:16

    Kitchen therapy! La migliore, Simona! E con una ciambella come questa a rimettersi in forma ci si impiega un attimo!
    Baci e stai al calduccio!
    MG

  20. 18 gennaio 2014 / 23:10

    Che bontà!!!! deve essere deliziosa, mi piace molto l'accostamento della farina integrale agli agrumi il risultato deve essere fantastico!!! complimenti e grazie per la ricetta 🙂
    Rimettiti presto.

  21. 19 gennaio 2014 / 7:33

    odio discutere al lavoro! ma meno male quando finisce tutto bene!! Questa ciambella è adorabile!! Bacioni Simona!!!

  22. 19 gennaio 2014 / 17:44

    Per fortuna ci ha pensato questa ciambella ad addolcire il tutto! Passata l'arrabbiatura? Buona serata!

    • 23 gennaio 2014 / 7:01

      Sì, si….non sono una tipa rissosa, quindi a meno che qualcuno non abbia davvero voglia di litigare le mie discussioni finiscono subito!
      Un bacione carissima!

  23. 20 gennaio 2014 / 8:49

    Mi piace molto questa ciambella!! E poi senza burro è leggera e se ne può mangiare da golosoni, senza centellinare sulle fette!!!
    Un bacione 🙂

    • 23 gennaio 2014 / 7:02

      Per la perfetta riuscita di alcuni dolci il burro e le uova sono fondamentali, ma io amo molto i dolci casarecci e un po'rustici…quindi va bene anche questa! Un bacione!!!!

  24. 20 gennaio 2014 / 15:34

    Ciao Simona!! bella idea questa ciambella…hai proprio ragione in giornate quando sembra tutto andare storto cucinare fa sentire bene…un abbraccio Dani

  25. 21 gennaio 2014 / 7:38

    Ecco perché il mio "senza uova" ti ha colpito!!!! ^_^
    Spero questa giornata infernale non si sia ripetuta e credo, invece, che le tue colazioni siano state tanto dolci da farti affrontare tutto a testa molto alta ^_*
    Questa ciambella trovo sia eccezionale, a partire dalla farina che, con un impasto del genere, credo sfoggi maggiormente il suo sapore rustico. Poi sorrido. Sorrido perché mi piace come una privazione (uova) diventi un pretesto per…. alcolizzarsi, ahahahahahahahah! Grande Simona, un abbraccio ; ))

    • 23 gennaio 2014 / 7:04

      Si Erica, le ricette senza uova mi permettono di poter fare qualche piccolo sgarro da altre parti!!!! 😉 magari con un po' di limoncello!!!! ahahahahahahahahaha
      Un bacione sei davvero splendida! smack smack!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *