Non solo food!

strada.

Il silenzio è un momento importante. Nel silenzio scruti dentro te stesso, ti ricordi da dove vieni, analizzi cosa stai facendo e ti poni delle domande su dove stai andando e dove vuoi arrivare.

I miei silenzi sono pochissimi, la mia vita è piena di voci…parole dalla mattina quando mi alzo, alla sera quando vado a dormire…parole di familiari, parole di sconosciuti, parole dure, parole disperate e parole dolci. Sentimenti, risate, sguardi…c’è il tutto e c’è il nulla, c’è la comprensione e lo scontro, c’è l’amore e l’indifferenza, c’è la complicità e il sogno.

Talvolta però sento il bisogno del silenzio e della solitudine…sento il bisogno di mettere un punto e rimanere sola con me stessa ad ascoltarmi.
Sono cambiate tante cose nella mia vita in questi ultimi anni…nuove persone sono entrate nella mia vita e nuovi obiettivi sono stati raggiunti e se in parte la cosa riguarda la sfera professionale, dall’altra è il cuore che batte sempre più forte!

E non è sempre e solo food, qui si parla di amicizia, di unione e condivisione…di sostegno e soccorso, di  affetti profondi e risate sincere.

E lo so che questo post dice tutto e non dice nulla…avrei avuto anche tante altre cose da scrivere, di quella che sono e di quella che sto diventando, del mio carattere che non è più come era fino a qualche tempo fa…che sto perdendo molto della mia combattività, ma acquistando in consapevolezza, che sto perdendo illusioni e sto acquistando praticità…che per me non è più o bianco o nero, che le notti non sono solo dei sogni e delle fantasie.
Che comunque c’è sempre qualcosa che ad un certo punto arriva a restituirti l’entusiasmo e che una giornata storta a volte si raddrizza semplicemente grazie al sorriso di qualcuno…qualcuno che ti guarda e che ti fissa proprio in mezzo agli occhi con sguardo limpido e pulito.

E allora mi accorgo che in realtà sto solo diventando più forte e più sicura…e se devo dare il merito a qualcuno è sicuramente di chi mi sta intorno, degli incontri che si fanno nella vita e che ti fanno capire che nel prossimo spesso non c’è solo l’ignoto, ma ci sono le future amicizie, i futuri affetti e i futuri punti di vista che plasmeranno i nostri caratteri e le nostre vite.

E allora grazie a chi mi sta accanto, a chi mi sopporta, che facile non sono, a chi mi asseconda e a chi mi aiuta, a chi mi ama così come sono e anche a chi ogni tanto mi manda a quel paese…perché è anche grazie a loro se la mia vita è una strada ancora tutta da percorrere e il cui tragitto è ancora tutto da tracciare… e scusatemi stavolta perché tutto questo davvero non è sempre e solo food!

Firma 2

Simona Stentella
Simona Stentella

Sono uno storico dell’arte, ma lavoro all’accettazione dell’ospedale di Acquapendente, un paese sul confine tra Lazio, Umbria e Toscana. Amo la tranquillità, le cose semplici e amo seguire le mie passioni, che sono la cucina, la fotografia, l’arte.

Find me on: Web

10 Comments

  1. 8 Luglio 2015 / 17:01

    che belle parole Simona, mi hai commossa…sono contenta di averti come amica, sei davvero una bella persona!

    • 12 Luglio 2015 / 20:20

      Grazie Simo sei un’amica dolce preziosa…lo sai che qui dentro ci siete anche voi vero??? 🙂

  2. 8 Luglio 2015 / 19:26

    Belle parole alla volte si sente la necessita. Un abbracio forte e buona serata.

    • 12 Luglio 2015 / 20:22

      Grazie Edvige! Si ci sono certi giorni in cui credo di esplodere…e giorni tosti in cui davvero desidero solo pace e silenzio! Immagino capiti a tutti 🙂

  3. 8 Luglio 2015 / 19:33

    Quanto è vero quello che dici Simona! il futuro sarà bellissimo, più consapevole ma non per questo meno sognante! baci

  4. 9 Luglio 2015 / 8:48

    Simona, questo post è bellissimo e io ti voglio bene

    • 12 Luglio 2015 / 20:24

      Meris ti voglio tanto bene anche io…è come ho risposto più sopra a Simona dico anche a te che dentro al post ci siete anche voi, mie adorate “friends “!!!

  5. 14 Luglio 2015 / 18:42

    Mi ha fatto bene leggerti. Fare riflessioni ed esternare pensieri è importante, perchè è giusto avere consapevolezza di cosa si ha, di cosa siamo, di cosa rende la nostra vita piena… io sono immersa nelle parole, le cerco e le mangio senza saziarmi mai, però è vero che i silenzi fanno capire molto e che sono necessari per guardarsi dentro… siamo fatte di tante anime, tante luci e anche ombre, siamo in continuo divenire e la strada che abbiamo davanti è come una spianatoia da infarinare… vedremo i prossimi passi e i prossimi lievitati, da gustare insieme a chi ci merita e ci vuole bene… 🙂

    • 17 Luglio 2015 / 22:12

      Francesca, tu sei sempre così brava con le parole!!! E non mi stanco mai di leggerti! Grazie per la tua dolcezza e per la tua presenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *