Maccheroni con le noci…ed è già Natale!

Maccheroni con le noci e cioccolato, un piatto tipico natalizio.

I maccheroni con le noci sono un antichissimo piatto della tradizione laziale che veniva, e viene tutt’ora preparato per il periodo natalizio.
Ogni famiglia ha la sua ricetta personale di maccheroni con le noci. Chi li mangia caldi, come comune pasta condita con cioccolato e noci, chi li mangia freddi.  Alcuni usano gli spaghetti, altri le penne, chi mette solo le noci e chi, come la mia mamma, li prepara come se fossero un vero e proprio dolce.
Credo che le facesse in modo molto somigliante anche mia nonna e che mia mamma abbia solo apportato qualche modifica.
A  casa nostra non è la Vigilia di Natale se non ci sono i maccheroni con le noci per dolce!
Io ve li propongo perché sono davvero molto facili, particolari, insoliti,
 ma soprattutto buonissimi!
Maccheroni con le noci
 per 9 porzioni

Ingredienti:


250 gr di pasta all’uovo nel formato tagliatelle;
130 gr di noci;
100 gr di zucchero;
50 gr di cioccolato fondente;
30 gr di cacao amaro;
2 biscotti secchi;
cannella q.b.;
sale.


Procedimento:
Mettere a cuocere le tagliatelle nell’acqua leggermente salata. Sbriciolare una parte delle noci piuttosto finemente e una parte in modo più grossolano.
Preparare un recipiente con lo zucchero, il cacao amaro, il cioccolato fondente a scaglie, i biscotti secchi sbriciolati, la cannella e quasi tutte le noci. Lasciare una parte delle noci più grandi per decorare.

Scolare la pasta non troppo bene e versare le tagliatelle nel recipiente col condimento. Mescolare subito ed energicamente affinché il calore fonda bene il cacao e le tagliatelle risultino ben amalgamate al condimento.
Versare le tagliatelle nello stampo e compattare molto bene con un cucchiaio. A questo punto decorare con noci e cioccolato e riporre in frigo per qualche ora prima di servire.

N.B. In realtà è possibile utilizzare tranquillamente pasta di semola, ma a casa mia si è sempre preferito usare la pasta all’uovo perché crea una consistenza e un sapore più vicino ad un dolce classico.

Per la presentazione ci si può sbizzarrire, io le ho preparate mettendo sul fondo di uno stampo da muffins una spolverata di granella di noci e poi riempendo con le tagliatelle. Le ho poi riposte in frigo e la mattina dopo le ho sformate con l’aiuto del manico di un cucchiaino.

 

Simona Stentella

Sono uno storico dell’arte, ma lavoro all’accettazione dell’ospedale di Acquapendente, un paese sul confine tra Lazio, Umbria e Toscana. Amo la tranquillità, le cose semplici e amo seguire le mie passioni, che sono la cucina, la fotografia, l’arte.

Find me on: Web

96 Comments

  1. 26 novembre 2013 / 7:17

    Questa preparazione non la conoscevo deve essere buona oltre che scenografica, grazie per aver condiviso l'idea.
    Buona giornata
    Enrica

  2. 26 novembre 2013 / 7:18

    Che preparazione straordinaria, sei stata bravissima Simona!
    Complimenti!
    Buona giornata, Michela

  3. 26 novembre 2013 / 7:32

    si si si si!!!!! Anche a casa mia non è vigilia senza il "timballo di noci" e la tradizione vuole che prima di iniziare la cena tutti ne mangiamo un pezzettino! Io lo faccio con gli spaghetti ed è una vera goduria, mi ricorda l'infanzia, mia zia che lo preparava (ma quanto era buono il suo!!!), i giochi, babbo natale…insomma fa parte della tradizione e non potrei mai e poi mai farne a meno!!! La mia versione è già sul mio blog , ma quest'anno ce la rimetto!! un bacione

  4. 26 novembre 2013 / 7:40

    senza parole davvero bellissimo alla vista e non vedo l'ora di scoprirne il sapore
    semplice veloce e di sicuro effetto… grazie della condivisione … un po come essere sedute a tavola assieme … buona giornata … giusi_g

    • 28 novembre 2013 / 13:54

      Provalo Giusi, provalo…ma possibile che non lo conoscevi??? Antichissimo dolce di Natale!!! Dai, fammi sapere che ne pensi!
      Un bacio!

  5. Anonimo
    26 novembre 2013 / 7:55

    Wowww, golosissimooooooooo, grazie grazie della ricettina ^_^
    Alice P.

  6. 26 novembre 2013 / 8:44

    i tuoi piatti e le tue foto sono sempre meravigliose!complimenti!che bello fra poco è natale!baci simona

    • 28 novembre 2013 / 13:56

      Grazie Simo!!! E io aspetto con trepidazione ogni tuo post che misà che io e te col Natale abbiamo lo stesso entusiasmo!!!
      Baciiiiiii

  7. 26 novembre 2013 / 9:55

    è bellissima presentazione e davvero è ottimo piatto!! Bravissima Simona!!! buona giornata!!

    • 28 novembre 2013 / 13:57

      Ciao Angelica, ti ringrazio molto…spero in serata di riuscire a leggerti, che in questi giorni mi sono persa qlc!!!! Un bacione!

  8. 26 novembre 2013 / 10:21

    Che ricetta particolare e sicuramente molto buona!!!
    Buona giornata!!!
    Barbara

  9. 26 novembre 2013 / 12:06

    beh.. questa mi è proprio nuova!!!
    mi hai incuriosita.. non la conscevo!!
    ciao

  10. 26 novembre 2013 / 12:09

    Ma che carina questa cosa, non l'avevo mai sentita!!!!
    Sfizioso fare un dolce con la pasta! ^^ Sembra molto buono

  11. 26 novembre 2013 / 12:16

    Wow che delizia, troppo buone, complimenti! 🙂

  12. 26 novembre 2013 / 13:12

    che bontà…. io adoro il cioccolato…
    in sicilia invece si fa il maiale con il cacao… è troppo buono…
    ciao a presto

  13. 26 novembre 2013 / 13:37

    Favolo sopra tutto per la presenza della cioccolata. Un nuovo modo di gustare la pasta e noci.
    Scusa se aggiungo una piccola nota personale….la pasta con le noci (spaghetti) rigorosamente dolci è un piatto che sin da bambina ho gustato è un piatto diciamo austro-ungarico e le versioni era due…con le noci tritate e zucchero oppure con il papaverero reso polvere e mescolato con lo zucchero. Come condiento per entrambi il burro. Da bambina lo mangiavo solo perchè era dolce. Grazie di questa versione copiata su cartaceo. Buona giornata.

    • 28 novembre 2013 / 14:14

      Grazie per le tue preziosissime informazioni, non sapevo lo facessero uno simile in quella zona. Credo che questo piatto, fatto proprio col cioccolato non sia una variante di quello austro-ungarico, ma nasca proprio nella Tuscia in epoca etrusco-romana anche se all'origine non vi era la presenza del cioccolato, ma del miele e delle spezie e verrà poi successivamente esportato in romania…per quanto informazioni al riguardo siano sempre di difficile reperibilità. Successivamente arrivano lo zucchero e il cioccolato.
      Cmq è un piatto davvero eccezionale e da provare!
      Ti mando un bacione Edvige e passo a trovarti al più presto!

  14. 26 novembre 2013 / 16:12

    Non conoscevo questa ricetta , tu l hai presentata molto bene .

  15. 26 novembre 2013 / 20:45

    Particolare!!! Non avevo mai sentito questo ricetta.. sembra proprio interessante..
    Buona serata Simo!!!! A prestissimo..
    Barbara

  16. 26 novembre 2013 / 20:47

    wow ma che delizia!
    complimenti ricetta davvero particolare…mi aggiungo ai lettori fissi 😉
    buona serata!

  17. 26 novembre 2013 / 22:38

    complimenti, davvero davvero bella…e poi,da golosa come sono, non posso non provarla!!!
    Un caro saluto,
    Marghe

  18. 27 novembre 2013 / 5:17

    Hai ragione, davvero insolito questo dolce. Non ne avevo mai sentito parlare. Come sempre ci stupisci!

  19. 28 novembre 2013 / 14:34

    Ora vivo a Bologna ma sono Romana, non di origine, ma questo piatto non lo avevo mai visto, eppure è una gran 'figata'!! Buono ed particolare! A volte i piatti della tradizione sono sorprendenti!!

    • 28 novembre 2013 / 14:39

      Per non parlare dell facilità di esecuzione…è elementare, ma buonissimo!
      Grazie della visita Silvia, un bacione

  20. 28 novembre 2013 / 17:00

    Ma …. che bello!!!! sarà sicuramente buonissimo!!! mi piace molto la presentazione, semplice ma elegante … bella … complimenti!!!
    Ciao, a presto ….

  21. 28 novembre 2013 / 23:47

    Ciao Simo! Scusa se non mi sono fatta sentire ultimamente, ma sono molto presa da un miliardo di cose!
    Ti lascio per un pochino…e mi combini un piatto così strepitoso e festivo? Ma io a Natale mi auto invito!!!!
    Un bacione grande
    Annalisa

    • 29 novembre 2013 / 4:54

      Ciao Annalisa!!! Bentrovata! Che fine avevi fatto?!????? Anche io tesoro in questi giorni pochissimo presente perché super-impegnata…speriamo di rallentare tra un po'! Baciiiiiiiiiiii

  22. 29 novembre 2013 / 7:11

    grazie per aver condiviso questa bellissima preparazione !!! non conoscevo affatto questo piatto che trovo interessantissimo e che proverò sicuramente…a te complimenti perchè ti è venuto benissimo !!!! un abbraccio…

  23. 29 novembre 2013 / 8:45

    Ciao simo!!!hai ragione anche io aspetto il natale con tanto entusiasmo!!!!!!buona giornata simona

  24. 30 novembre 2013 / 8:32

    cavoli non conoscevo questa ricetta:( il bello del Natale è anche questo, tradizioni e sapori diversi in ogni angolo d'Italia! Buon sabato, ciao Andrea

  25. 30 novembre 2013 / 12:14

    Che ricetta fantastica!!!*_* Mi piace il tuo blog, da oggi ti seguo anch'io, a prestissimo! 🙂

  26. 30 novembre 2013 / 14:09

    Ricetta gustosissima…adoro le noci…..kiss!
    Serena
    ilmiocottage.blogspot.it

  27. 30 novembre 2013 / 21:30

    Simo che bella ricetta!! Non la conoscevo e adesso la userò per stupire qualche nostro ospite appena se ne presenterà l'occasione! Buona domenica…inizia a sentirsi l'atmosfera natalizia anche li? I miei bimbi insistono per costruire l'albero ma come da tradizione si farà il giorno 8! Baci!

    • 1 dicembre 2013 / 5:15

      E' una ricetta antichissima! A noi piace tantissimo!
      Io l'albero l'ho fatto ieri, ma per motivi tecnici….di solito anche da noi è tradizione farlo l'8, ma quest'anno avevo necessità che l'8 fosse pronto…e non c'erano altri giorni disponibili!

  28. 30 novembre 2013 / 21:46

    Ancora una delle tue ricette particolarissime, originali e strepitose, Simona! Tu ci vizi! Continua, continua… 😉
    Un abbraccio grandissimo
    MG

  29. 1 dicembre 2013 / 13:12

    Ciao Simona!!!! Piacere di conoscerti!!!!
    Che piatto interessante, sai che non lo conoscevo proprio? Sarei proprio curiosa di assaggiarlo!!!!:)
    Da oggi hai una nuova lettrice!:)
    Un bacione e buona domenica!

    • 1 dicembre 2013 / 17:46

      Ciao Simo…è un piacere trovarti qui! E' un piatto tipico della tradizione laziale! A noi piace davvero moltissimo!
      Un bacioneeeeeee

  30. 1 dicembre 2013 / 20:55

    Che meraviglioso piatto natalizio, Simo, sa proprio di famiglia e di belle cose! Ti abbraccio buona settimana a presto

    • 1 dicembre 2013 / 22:18

      Grazie Carla! Per me rappresenta davvero i giorni di festa a casa mia! E questi, hanno un valore inestimabile!

  31. 2 dicembre 2013 / 16:03

    Ma che dessert originale e golosissimo! Mia nonna faceva pasta o riso con una crema di ricotta dolce, questi piatti oltre ad essere buoni hanno il sapore dei ricordi e delle tradizioni.
    Baci!

  32. 4 dicembre 2013 / 19:54

    Ciao Simona, come stai, tutto bene? Qui si corre, siamo nel periodo più caldo dell'anno, a parte il tempo, perché è bello ma freddo…. Bacione a presto

    • 9 dicembre 2013 / 4:01

      Ciao Carla! Si tutto benissimo, ma anche da me periodo davvero frenetico! Non riesco neanche a stare al computer!!!!!!!!! Un bacione!

  33. 4 dicembre 2013 / 21:52

    ma che ricetta originale e particolare!!!! che belle le tradizioni..i ricordi di famiglia..i sapori di casa nostra!!

  34. 11 dicembre 2013 / 6:21

    che piatto curioso! mai sentito nominare finora. lo proverò anche perchè mi piacerebbe presentarlo ai miei amici in grecia.
    irene
    ps. ti ho visto al blog di chiara 🙂

  35. 11 dicembre 2013 / 7:58

    ciao Simona!!! approdo finalmente da te grazie al blog di Chiara e menomale: hai delle ricette davvero deliziose e questo piatto così particolare ne è davvero una sorta di porta bandiere. Hai una nuova lettrice che ti segue con vero interesse!!!!!!! a prestissimo, Clara

  36. 11 dicembre 2013 / 8:46

    passo qui grazie a Chiara che ti ha dedicato un post, sfiziosa questa ricetta, si, concordo "fa tanto Natale" un abbraccio SILVIA (ora ti seguo)

  37. 11 dicembre 2013 / 8:51

    Arrivo anch'io dal blog di Chiara e ti faccio i miei complimenti per questo dolce veramente originale e natalizio.
    A presto
    Carla

  38. 11 dicembre 2013 / 10:06

    Ciao!!! arrivo dritta dal blog di Chiara..ma ricordo di esseregiàpassata da te qualche volta.. mah! Complimenti per questa ricetta.. soprattutto così ben presentata.. bacioni 🙂

  39. 11 dicembre 2013 / 14:55

    Adoro le ricette delle tradizione , e questa è davvero fantastica, ottima ricetta per il Natale. Buon pomeriggio Daniela.

  40. 12 dicembre 2013 / 14:11

    ma che meraviglia di ricetta!!!!!!!!! Ti vedo oggi per la prima volta grazie al Blog di Chiara!
    Complimenti!!! Ciao ciao

  41. 13 dicembre 2013 / 14:17

    dalla mia terra d'adozione ritorno per un po' nella terra dove sono nata, bella tradizione natalizia che non conoscevo, forse perchè a Roma le tradizioni si sono splendidamente mescolate. Comunque è vero che fanno davvero Natale anche solo guardandole.
    Ti ho scoperto grazie a Chiara de La Voglia Matta.
    A rileggerci presto

    • 22 dicembre 2013 / 5:24

      Grazie mille! Ti consiglio di provarli, sono davvero molto gustosi e tradizionali! Un abbraccio grandissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *