Pennette ai funghi e speck e un dolce ritorno

Pasta funghi e speck5

Ho pensato e ripensato a lungo al senso di tutto questo…al senso che ha per me.
Scrivere, fotografare, cucinare, raccontarsi ed esporre se stessi agli altri.
E tra l’altro ho scoperto di non essere nemmeno troppo originale visto che prima o poi ci sono passati tutti.
Arriva a un certo punto il momento in cui ti chiedi ma perché lo sto facendo? Interessa a qualcuno tutto il mio blaterare prima di metter su la ricetta? E questa estate la pausa è stata lunga…

Pasta funghi e speck1

Nel frattempo sono stata in vacanza, ho lavorato, ho pensato, mi sono fatta lunghe passeggiate al mare la mattina presto…con il secchiello in mano e la raccolta di conchiglie giornaliera per adornare splendidi castelli di sabbia sotto l’ombrellone.
Ho respirato la salsedine e quel profumo particolare che impregna l’aria in ogni momento della giornata e che mi permette di avere sempre bene impresse e non dimenticare le sensazioni della mia infanzia…mi travolge di ricordi e batticuori.
Ogni anno mi immergo e mi perdo in quel nodo alla gola e quel gonfiore nel petto che davvero non so spiegare . Non so come spiegare che quella è la mia gioia, la mia felicità e che la partenza è un distacco doloroso nonostante gli anni che passano e la maturità che dovrebbe rendermi meno emotiva e più razionale.
Ma poi, al ritorno, la dolcezza della mia casa,della mia quotidianità, il panorama che si offre alla mia vista mi ha accolta come un confortante abbraccio e mi ha proiettata nella pacatezza e nella serenità che il mio dolce autunno ogni anno mi regala…un nuovo inizio, nuovi progetti, nuovi propositi, nuove speranze.
E anche questa volta si riparte da qui.

Pasta funghi e speck2

Queste pennette ai funghi e speck, sono uno dei miei comfort food per eccellenza.
Non appena l’aria si inizia a fare leggermente più fresca la sera e le giornate si accorciano, il profumo dei funghi diventa per me un richiamo e una necessità per iniziare ad assaporare le belle sensazioni che la stagione che sta per arrivare mi trasmette ogni anno.

Pennette ai funghi e speck
dosi per 4 persone

400 g di pennette
500 g di funghi
100 g di speck
1 spicchio di aglio
olio extravergine di oliva
latte q.b.
sale
prezzemolo tritato
parmigiano

Pasta funghi e speck3

Procedimento

Mettete in una padella un fondo di olio extravergine di oliva
e uno spicchio di aglio schiacciato e lasciate rosolare.
Aggiungete lo speck tagliato a cubetti e,
dopo che si sarà ben colorito,
unite i funghi sciacquati e tagliati a pezzettini.
Coprite e lasciate cuocere a fuoco medio.
Salate e aggiungete il prezzemolo tritato.
Quando i funghi si saranno asciugati aggiungete del latte e
lasciate cuocere fino a che la salsa non sia diventata abbastanza densa.
Ci vorrà pochissimo tempo.
Aggiungete al sugo di funghi un mestolo
dell’acqua di cottura delle penne che, nel frattempo,
avrete messo a cuocere in abbondante acqua salata.
Fate amalgamare bene l’acqua di cottura al sugo di funghi.
Scolate le penne e conditele.

Completate il piatto con una generosa spolverata di parmigiano.

Pasta funghi e speck4

Firma 2

Simona Stentella

Sono uno storico dell’arte, ma lavoro all’accettazione dell’ospedale di Acquapendente, un paese sul confine tra Lazio, Umbria e Toscana. Amo la tranquillità, le cose semplici e amo seguire le mie passioni, che sono la cucina, la fotografia, l’arte.

Find me on: Web

19 Comments

  1. 17 Settembre 2015 / 7:49

    Simona… questo post e’ bellissimo e soprattutto nella parte iniziale hai espresso alla perfeziome quello che tante volte mi sono chiesta anche io. Interessera’ a qualcuno cio’ che scrivo prima della ricetta? Hai usato parole adatte e piene di significato che ognuno potrebbe fare sue. Il piatto poi, conoscendo da dove viene e le coincidenze di come entrambe lo abbiamo preso nello stesso posto, ha reso perfetta una ricetta che x tantissimi altri aspetti ha un alto valore di perfezione anch’essa. Bravissima.

    • 29 Settembre 2015 / 4:42

      Si anche a me fa particolarmente piacere sapere che abbiamo piatti che vengono dallo stesso servizio! E’ una coincidenza davvero troppo dolce! Speriamo di poterci incontrare presto!

  2. 17 Settembre 2015 / 7:51

    come va sorella? comunque l’immagine di te con secchiello sulla sabbia è stupenda ^___________^ lo sapevo che arrivava l’autunno da qualche parte -_________- 😀 😀 il piattino bello!!! ora ho fame

  3. 17 Settembre 2015 / 8:36

    ma che bontà!! il mio piatto della montagna :)) perfetto per questo periodo! grazie per la ricetta, buona mattinata, andrea

    • 29 Settembre 2015 / 4:44

      Pure io adoro i funghi…e anche la montagna!!! Un abbraccio Andrea!

  4. 17 Settembre 2015 / 10:13

    Sì, penso che prima o poi tutti ci siamo posti la fatidica domanda. Ma poi, la risposta, la mia, è sempre un po’ evasiva. Nel senso che forse alla fine non importa se ho seguito o no, perché l’importante è come io mi sento quando faccio ciò che adoro. E finché dura ben venga, quando non sarà più così, subentreranno altre passioni 😉
    Queste pennette hanno un aspetto gratificante e come esempio di comfort food direi che per sapori rientra decisamente nel mio ventaglio di scelte.
    Ottimo…e bellissima la foto!

    • 29 Settembre 2015 / 4:46

      Mah si, hai ragione, mi trovo pienamente d’accordo. La vita è tutta un’evoluzione…si cambia, ci si reinventa e si riparte! Un abbraccio cara!

  5. 17 Settembre 2015 / 20:15

    bentornata bella Simo, alla grande, piena di sprint e voglia di fare…questo piattino profumato e squisito lo dimostra!
    Un bacione e buona serata

    • 29 Settembre 2015 / 4:47

      Grazie Simo, per essere sempre dolce, paziente e comprensiva. Tu lo sai quanti momenti si alternano in me….alti e bassi pazzeschi, ma grazie alle mie friends, riesco sempre a risorgere! TVB!

  6. 18 Settembre 2015 / 8:34

    ciao simona come stai? meraviglioso questo piato!
    un abbraccio simona

      • 29 Settembre 2015 / 4:48

        Ciao Simoooo….diciamo che… sto! A volte meglio, a volte un po’ più stressata, ma si va avanti che chi si ferma è perduto! Un abbraccione!

  7. 18 Settembre 2015 / 21:24

    A mepiace molto leggere come si presenta la ricetta, ma ancor prima nella creazione del post, vengono i nostri pensieri, le sensazioni di quel momento ogni post è diverso e ci regala splendide emozioni che si completano con la ricetta. Golosa e saporita questa pasta dal profumo autunnale mi sa che te la copierò! Un abbraccio

  8. 23 Settembre 2015 / 20:13

    Ciao bella, come stai? Bentornata!
    Io non vado pazza per i funghi, ma questa ricetta sembra proprio buona! Come tutte le tue!
    Un abbraccio

  9. 29 Settembre 2015 / 9:17

    Buonissimo peccato che qui da me su trovano solo funghi porcini provenienti dalla Romania e li nessuno a molto fiducia dei terreni dopo Cernobyl. Userò quelli secchi della zona di Bassano. Ciaoo e buona giornata.

    • 29 Settembre 2015 / 16:27

      Uhhhhh, e allora hai perfettamente ragione! In ogni caso, anche se meno saporiti, io cucino spessissimo gli champignons…. Un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *