Pollo allo spumante

Questa è la ricetta che ho presentato durante la partecipazione su BlackStreetRadio, alla puntata di AttaccaBottone … non l’avevo ancora postata, mentre invece vale davvero la pena!
Come ho detto in trasmissione, vorrei sottolineare la praticità di questa ricetta, che è meravigliosa anche per la surgelazione!

Pollo allo spumante

Ingredienti:
1 pollo da circa 1,3-1,4 Kg;
1/4 di litro di spumante;
1/4 di litro di panna;
farina q.b.;
1 cipolla.;
70 gr di olio e.v.o. o burro;
1 uovo;
sale;
pepe.
Procedimento:
Pulire e dividere il pollo in pezzi. Passare i pezzi di pollo nella farina e metterli a rosolare in una padella in cui si è fatta dorare la cipolla nell’olio. Salare, pepare, quindi versare lo spumante e portare il pollo a fine cottura. Quando il pollo è pronto, togliere i pezzi dalla padella e versare nel fondo del tegame quasi tutta la panna, poi portare a bollore.
Unire al fondo di cottura la restante panna, mescolata con un uovo sbattuto. Rimettere, infine, i pezzi di pollo nel sughetto.

Simona Stentella

Sono uno storico dell’arte, ma lavoro all’accettazione dell’ospedale di Acquapendente, un paese sul confine tra Lazio, Umbria e Toscana. Amo la tranquillità, le cose semplici e amo seguire le mie passioni, che sono la cucina, la fotografia, l’arte.

8 Comments

  1. 12 luglio 2013 / 7:37

    direi che davvero sarebbe stato un peccato non postarla ^_^ un bacione cara <3

  2. 12 luglio 2013 / 8:27

    E' davvero appetitoso e sicuramente mette d'accordo tutti a tavola, ottimo per il pranzo della domenica.

    • 12 luglio 2013 / 20:22

      Nonostante la semplicità della preparazione, è sicuramente un piatto da poter servire la domenica! Un abbraccio

  3. 12 luglio 2013 / 16:00

    Mangio spessissimo la carne bianca ed il pollo in particolare. Mi hai dato un suggerimento davvero insolito e gustoso. Grazie, Simona!
    Buon fine settimana

    • 12 luglio 2013 / 20:23

      Da quando l'ho provato lo ripropongo spessissimo…è molto gustoso e anche molto semplice da preparare! Un bacione cara Maria Grazia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *