Storia di un ciambellone che si credeva un plum-cake…

Ok, è vero! Già l’inizio non si prospettava dei migliori, visto che un gran mal di testa mi ha accompagnato per tutta la giornata…ma la voglia di fare un plum-cake era nell’aria da almeno due giorni.
L’afa di ieri era forse un monito a desistere, visto che il mal di testa da solo non mi aveva scoraggiata, ma la prossima scadenza delle barrette di cioccolato kinder di cui, ahimè mia figlia va letteralmente pazza  (e io con lei) mi ha dato la forza di cimentarmi in questa impresa.
Mi alzo dal divano, su cui mi ero momentaneamente spiaggiata, e mi avvicino alla cucina….apro il frigo e OoOOooooooh….manca il burro! Ma allora come faccio a fare un plum-cake, la cui caratteristica è di essere leggero, leggero??? Vabbè, poco male, uso l’olio, che tanto mi fa anche più piacere, sarà un po’ meno soffice, chi se ne importa….
Mescola qui, aggiungi di là…Margherita scendi dal divano!…spezzettiamo il cioccolato….Margherita non saltare sui cuscini….aggiungiamo il lievito, che a casa mia è un lievito già pronto in bustina, un mix di bicarbonato e cremor tartaro (particolare, credo, importante per gli eventi che stanno per accadere)…Margherita ora vengo là, falla finita che non puoi scendere le scale col triciclo!!!! …..aspetta che la mamma mette la torta nello stampo…versiamo bene questo impasto nello stampo….Mammaaaaaaaa,  corri, la Melevisione!!!!!
E qui accadde il fattaccio…chi mi segue su facebook sa di cosa parlo…. lì il dolce rimase abbandonato….dopo circa un’ora o forse qualcosa di più, non lo so, i tempi sono confusi nella mia testa, tornai in cucina e vidi lo scempio….non avevo messo il dolce in forno!!!!
Comunque sia andata questo è il risultato, fin troppo felice e decisamente al di sopra di ogni previsione, di questo pomeriggio di Luglio!

Dolce al cioccolato kinder

Ingredienti:

400 gr di farina 0;
250 gr di zucchero;
100 ml di latte;
100 gr di barrette di cioccolato kinder;
70 ml olo e.v.o.;
2 uova;
1 cucchiaino di essenza naturale di vaniglia;
1 bustina di lievito per dolci.


Procedimento:
Mettere in un recipiente 2 uova, l’olio, il latte, lo zucchero, l’aroma di vaniglia e mescolare. Aggiungere la farina e amalgamare bene il tutto. Aggiungere infine le barrette tagliate a pezzetti. Mescolare e infornare a 180° per circa un’oretta.
Ne uscirà un dolce dalla crosticina croccante e morbido, morbido dentro!

Simona Stentella

Sono uno storico dell’arte, ma lavoro all’accettazione dell’ospedale di Acquapendente, un paese sul confine tra Lazio, Umbria e Toscana. Amo la tranquillità, le cose semplici e amo seguire le mie passioni, che sono la cucina, la fotografia, l’arte.

15 Comments

  1. 10 luglio 2013 / 4:52

    Ma sei stata bravissima!! Se lo avessi fatto io, sarebbe venuta fuori una barchetta secca…

    • 10 luglio 2013 / 19:51

      Ma dai, che non è vero! 🙂 Sono stata fortunata, inoltre, non so perché, ma credo che il fatto di aver usato come lievito il bicarbonato mi abbia salvato dal disastro!!!!

  2. 10 luglio 2013 / 13:28

    XD questi ciambelloni birichini danno soddisfazioni ^______^ un bacione tesoro <3 (anche all'aiutante 😉 )

  3. 10 luglio 2013 / 16:46

    Ma il risultato è eccellente!!! Una vera leccornia, Simona.
    Un abbraccio e buona serata

  4. 11 luglio 2013 / 16:20

    Goloso e originale, una fantastica delizia!!! Bravissima, un bacio e felice serata

  5. 11 luglio 2013 / 19:08

    Ciao Simaona,
    una nuova follower ti dice che si è divertita a leggere il tuo post. Mi sono rivista in te. Soprattutto per la "dimenticanza" del passo fondamentale.
    Ti seguo. A presto,
    Giovanna-Gourmandia

    • 11 luglio 2013 / 20:11

      Benvenuta Giovanna!!! Eh, eh…ogni tanto ne combino di belle! Che ci vuoi fare…sarà colpa del buco nell'ozono!!!! (meglio sempre dare la colpa a qualcosa!!!) 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *