Cornetti sfogliati

Una delle cose che amo di più in assoluto è la colazione!

Rimanere a letto con le persiane aperte,
mentre il sole inizia a illuminare
prima le cime degli alberi, poi i tetti delle case…
è un lusso che la Domenica dovremmo poterci concedere tutti.
Un vassoio con dei cornetti caldi, latte, caffè e un buon libro…
Quale modo migliore per iniziare la giornata?

La ricetta l’ho presa da Paoletta del blog Anice&Cannella
che è una certezza assoluta in fatto di lievitati.
Io l’ho leggermente modificata nelle dosi
e il procedimento l’ho un po’ accelerato
per l’impazienza di vedere al più presto il risultato finale.
Beh è stato davvero perfetto…proprio i cornetti del bar!!!

Cornetti sfogliati

Ingredienti

500 gr di farina 00
100-120 gr di zucchero
80 gr di burro
5 gr di sale
2 uova
buccia grattata di 1 limone
buccia grattata di 1 arancia
120 gr circa di acqua
(secondo le indicazioni di Paoletta, ma a me ne è servita qualcosina in più)
18 gr di lievito di birra fresco
220 gr di burro per la sfogliatura
1 tuorlo d’uovo per spennellare
zucchero semolato da spolverare sui cornetti

 

Procedimento

La mattina presto ho preparato l’impasto.

Sciogliere il lievito nell’acqua. Mettere nell’impastatrice i 2/3 de la farina, versare l’acqua con il lievito e impastare.
Unire un uovo, poi quando questo è stato assorbito dall’impasto, aggiungere l’altro.
Versare il resto della farina lasciandone fuori solo un paio di cucchiai.
Unire lo zucchero e aspettare che l’impasto sia ben incordato.
Deve rimanere solido ed elastico,
quindi se necessario aggiungere ancora un pochina d’acqua,
ma mi raccomando sempre un cucchiaio per volta.
Unire sale e successivamente il burro morbido e le bucce grattugiate finemente.
Per ultimo la farina rimasta.
Impastare per ancora una quarto d’ora circa,
poi riporre l’impasto nel forno spento con la luce accesa coperto da una pellicola fino a che non è almeno raddoppiato.

Dopo circa 6 ore riprendere l’impasto.

 

Il pacchetto

Stendere l’impasto in una forma quadrata ( Foto 1).
Prendere il burro ammorbidito e cercare di dargli la forma dell’ impasto.
Posizionarlo sopra l’impasto ruotato di 45°.
Il quadrato di burro deve essere più piccolo del quadrato di pasta.
Sollevare i lembi della pasta e chiuderli sopra al burro sigillando bene ( Foto 2-3).
Gli angoli si possono anche sovrapporre leggermente ( Foto 4 ).

Le girate
Prendere il pacchetto di pasta e burro , metterlo sul piano leggermente infarinato.
Spolverare con un po’ di farina anche il pacchetto e stenderlo con un mattarello in una sfoglia rettangolare di circa 8 mm di spessore ( Foto 5).

Ripiegare il lato sinistro della sfoglia (1/3) verso il centro e poi la parte destra della sfoglia (l’altro terzo) sopra al primo terzo ( foto 6 ).
Si ottiene cosi un rettangolo ( foto 7 ).

Riporre in frigo il panetto coprendolo con una pellicola.
Dopo mezz’ora riprenderlo e ripetere l’operazione stendendo il panetto in una sfoglia rettangolare e ripetere le pieghe.
Riporre in frigo una seconda volta, estrarre dopo mezz’ora e ripetere le pieghe.
Riprendere il panetto per la terza volta,
ripetere le pieghe e riporre in frigo per mezz’ora.
A questo punto riprendere l’impasto e stendere l’impasto in un rettangolo lungo e stretto di circa 8 mm di spessore.

Formare i cornetti e cuocere
Tagliare dei triangoli isosceli con una base di circa 10 cm e abbastanza alti.
Fare un taglio alla base del triangolo di circa 1,5 cm.
Arrotolare i cornetti più stretti alla base e poi più lenti
facendo finire la punta sotto il cornetto.

Mettere i cornetti a lievitare per un paio d’ore sulle teglie coperte di carta da forno.
Spennellarli con il tuorlo d’uovo battuto e coprirli di zucchero.
Cuocere in forno statico a 190° per 15-20 minuti.

 

Li avete provati?Sono o non sono uguali a quelli del bar?
Direi che così le giornate iniziano decisamente bene!

Firma 2
Simona Stentella

Sono uno storico dell’arte, ma lavoro all’accettazione dell’ospedale di Acquapendente, un paese sul confine tra Lazio, Umbria e Toscana. Amo la tranquillità, le cose semplici e amo seguire le mie passioni, che sono la cucina, la fotografia, l’arte.

48 Comments

  1. 6 giugno 2014 / 7:03

    ma come sono buone le brioches della mamma???????????????????
    bravissima Simona!
    anch'io adoro fare colazione.. per me è quasi il pasto più importante… anzi.. il più importante
    un abbraccio e buon we

    • 8 giugno 2014 / 4:58

      Senza colazione non riesco neanche ad alzare un dito! Sì, anche io mi associo Tizy!!! Il pasto più importante della giornata!
      Un grandissimo abbraccio cara!

  2. 6 giugno 2014 / 7:09

    Sono perfetti Simona!!!! Che soddisfazione, vero? Allora com'è questa impastatrice? ^_^
    Un bacione, sei meravigliosa…. e anche quelle manine dolci che analizzano e assaporano il risultato finale : D

    • 8 giugno 2014 / 4:59

      Ci credi che ancora non l'ho provata??? E' in bella mostra sul tavolo della cucina…tutta lucida e tronfia, ma ancora niente…vediamo se oggi mi prende l'ispirazione di farci qualcosina!
      Bacissimi!!!

  3. 6 giugno 2014 / 7:12

    Simoooo! ma questi cornetti sono fantastici…che brava sei stata! uno di questi giorni credo che li farò anch'io! bravissima, complimenti di cuore! Un bacio a te e alla tua stellina!

  4. 6 giugno 2014 / 7:23

    Tesoro sono meravigliosi… ma quanto sei brava?
    Un bacio grande grande!

    • 8 giugno 2014 / 5:00

      E tu sei sempre un tesoro! Grazie Michela, per l'affetto, la presenza e la dolcezza!
      Un bacio gigante!

  5. 6 giugno 2014 / 11:21

    guarda simo li ho fatti una volta, proprio con una ricetta come questa!! piega, tira, tira piega, le mie mani unte mandavano messaggi al cervello:ma non ci sarà troppo burro? il cervello rassicurava il resto del corpo compreso il girovita e poi una volta cotti…. silenzio! il silenzio dell'assaggio e del compiacimento!!! Hai ragione sono perfetti e buonissimi e andrebbero rifatti, io però ancora non ci ho riprovato!! Bacioni grande chef!!!

    • 8 giugno 2014 / 5:05

      Ahahahahahhaha, Marina, sei sempre fortissima! Senti ti dico la verità, hai ragione il burro c'è…però i miei dolcissimi amori le mie briochine ultralight le assaggiano, mi dicono < si…sono buone, ma i cornetti "veri" sono meglio>….così piuttosto che fargli comprare quelli tutti pieni di grassi idrogenati mi sono piegata e mi son detta…se devono comprare quelle schifezze meglio il burro, la farina e le uova biologiche che uso io! E così alla fine ho ceduto!
      Un abbraccio fortissimissimo!

  6. 6 giugno 2014 / 14:49

    ciao Simona…come stai?????tutto bene???i cornetti la mattina non possono mancare..buonissimi e brava come sempre simona!ti abbracciooooo

  7. 6 giugno 2014 / 16:19

    Simo che meraviglia!!! Mi segnerò di provarli più avanti…sono a dieta causa prova costume!!!! Comunque si vede che sono deliziosi così come e' deliziosa la tua piccola assaggiatrice!!!! Buon fine settimana!

    • 8 giugno 2014 / 5:06

      Chiara pure io dovrei fare la dieta che il mare si avvicina supervelocissimamamente….aiutoooooooooo!!!

  8. 6 giugno 2014 / 16:20

    Sono favolosi!!! Io li faccio con il lievito madre e quelli del bar oramai sono un miraggio

    Bella la tua cucciola che se li pappa!!!

    • 8 giugno 2014 / 5:08

      Ciao Silvia….io il lievito madre l'ho buttato…non ne potevo più di rinfrescarlo!!!!
      La prox volta provo con quello liofilizzato…non mi ci trovo per niente male e non ho nessun problema con lo starter di ldb quindi tenterò!
      Un bacione a tutti e tre!

  9. 7 giugno 2014 / 7:37

    Bravissima Simona!!!! Davvero complimenti, la spiegazione e' chiarissima, le foto di supporto anche, il risultato davvero perfetto!!! Brava!!! E come te amo una colazione che abbia i tempi giusti!!! Fai propio venie voglia di farli più spesso!!

    • 8 giugno 2014 / 5:09

      Grazie Marianna!!! Non vedo l'ora di vedere il tuo capolavoro per il contest!!!!!
      Sono stracuriosissima!!!!!!
      Buona Domenica tesoro!

  10. 7 giugno 2014 / 7:40

    Una colazione deliziosa e di qualità, ottima.

  11. 7 giugno 2014 / 14:42

    Che buoni Simona, bravissima, voglio provare anch'io, e' un po' che lo dico, segno la tua ricetta, mi piace, poi e' vero che Paoletta e' una sicurezza, un bacione e buon weekend, che dolce la piccola che si delizia con i dolci preparati dalla sua bellissima mamma!!!

  12. 7 giugno 2014 / 15:22

    Ciao Simona, vorrai scherzare ?…uguali al bar ma quale bar ? solo vedere le tue foto viene voglia di mangiarli subito che buoni fatti in casa… . Io non amo molto i dolci commerciali .. mangio qualche volta il mio dolcetto al burro di pasticceria . A Milano ci sono bravissimi pasticceri e non compro mai cornetti nei bar o panetterie contengono grassi idrogenati e aspartame dannosi per la nostra salute anche il burro ma è meglio un ottimo burro confermato anche dai medici . Complimenti !!! posso darti un voto? 11 i tuoi cornetti sono fantastici… senti quando vengo ad Acquapendente non passo dal bar ( non so come si chiama è nella piazza centrale vicino al Comune ) vengo da te , più che il caffe io adoro il the …un buon the con il tuo cornetto wow!!!! è la tua bambina nella foto ? che tenera , un caro saluto Elena

    • 8 giugno 2014 / 5:11

      Il bar Natale!!!! 🙂 Ma quando vieni…niente bar!
      Ti aspetto a casa mia per un buon the con cornetti!
      Baciiiiii

  13. 7 giugno 2014 / 19:25

    Cornetti perfetti! Complimenti 😀
    Buon fine settimana e a rileggerci presto tra ricette e sorrisi 😀

  14. 8 giugno 2014 / 6:21

    Sto facendo colazione mentre passo da un blog e l'altro e questi cornetti virtuali sono una vera delizia, quasi quasi ne mangio 2, sono troppo buoni!!!!
    Nadia

  15. 8 giugno 2014 / 7:47

    Ecco io ne vorrei uno barra due adesso appena sveglia.. che bontà Simo.. questi li voglio provare assolutamente, anche io adoro le colazioni lente della domenica, con il profumo di caffè e croissant che si sparge per tutta casa.. che tenere le manine della tua bimba .. un abbraccio e buona domenica!! Dani 🙂

  16. 8 giugno 2014 / 15:10

    Finalmente sono riuscita a venire ad ammirare questi cornetti perfetti e tutto il tuo meticoloso lavoro. Sei stata, come sempre, straordinaria, Simona!
    Un abbraccio grandissimo
    MG

  17. 9 giugno 2014 / 14:37

    Ciao cara!!!whauuuu ma che profuminoooooooo….alla mattina presto sono il top x la sveglia!!grazie x la ricetta…kissss!! : )

  18. 10 giugno 2014 / 11:40

    Simo è da giorni che volevo passare per ammirare da vicino il tuo lavoro! Mamma mia che risultato … non mi ci sono mai cimentata …. spaventata dal non riuscire e fallire. Ma che voglia di farli! Il tuo risultato è perfetto!
    Ti mando un bacione e poi che soddisfazione quando il tuo piccolo si sbrana il tuo cornetto <3

    • 11 giugno 2014 / 6:52

      Clara anche io per moltissimo tempo ho rimandato perchè leggevo… e a metà strada mi dicevo…cosa?!?!?! oddio che procedimento complicato….
      Alla fine mi sono decisa e vuoi sapere una cosa???? Più difficile a dirsi che a farsi!!!!
      Un abbraccio tesoro!!!!

  19. 12 giugno 2014 / 7:08

    No, vabbè, ma non si fa cosìììì!! Che cos'è questa meraviglia??? anche il mio stomaco dice la sua e a questa visione sta brontolando ;( SPETTACOLARI!

  20. 13 giugno 2014 / 21:27

    Perfetti…invitanti…soffici…golosi 🙂
    Con queste briosches la giornata inizia già con il piede giusto.
    Un bacio e buon fine settimana

  21. 21 giugno 2014 / 8:22

    Simona, hai fatto un lavoro meraviglioso. Lo dico da anni di mettermi a fare i cornetti e non lo faccio mai. Magri ora mi viene voglia davvero. Un applauso e complimenti per le tue pubblicazioni. Comprerò "Sale e pepe". E' un grande traguardo!
    Giovanna

  22. 4 ottobre 2015 / 9:09

    Spettacolo per i miei occhi! Bravissima Simo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *