Marmellata di pere, susine e zenzero

Queste giornate non invogliano davvero a stare ai fornelli… ma quando hai nel frigo un bel vassoio di frutta fresca, appena colta, assolutamente priva di concimi chimici, coltivata con amore appositamente per te, anzi ancor meglio per tua figlia, la cosa più naturale è fare in modo che non vada sprecata per nessun motivo!!!
Così, se non si riesce a consumarla tutta…cosa c’è di meglio di una bella marmellata?
Io l’ho composta con le quantità di frutta che avevo e lo zenzero l’ho aggiunto perché mi piaceva l’idea di renderla un po’ particolare allo scopo di accompagnarci dei formaggi, ma poi l’ho assaggiata e garantisco che è ottima anche sul pane!!!!

Marmellata di pere, susine e zenzero
dose per due vasetti da circa 400 gr ciascuno


Ingredienti:

250 gr di pere;
500 gr di susine gialle;
450 gr di zucchero di canna chiaro;
il succo di un limone;
1 cucchiaino colmo di zenzero in polvere , più un altro mezzo cucchiaino.

Procedimento:
Tagliare a pezzettini tutta la frutta, aggiungere lo zucchero, il succo di un limone e lo zenzero. Mettere a cuocere il tutto dentro una pentola e portare ad ebollizione. Proseguire la cottura per circa mezz’ora, quaranta minuti…o comunque fino a che la marmellata raggiunge la giusta densità.
Versare in vasetti sterilizzati e asciutti, attendere che si raffreddino dopodiché immergerli, ben chiusi dentro una pentola di acqua fredda e portare ad ebollizione. Proseguire per circa mezz’ora quindi spegnere il fuoco e far raffreddare. Estrarre i barattoli di vetro, preventivamente avvolti in fogli di giornali o stracci per non farli rompere durante la fase di bollitura. Quest’ultimo suggerimento è molto importante se si fanno delle grossi dosi di marmellata…nel mio caso con due barattoli non è stato neanche necessario.

Simona Stentella

Sono uno storico dell’arte, ma lavoro all’accettazione dell’ospedale di Acquapendente, un paese sul confine tra Lazio, Umbria e Toscana. Amo la tranquillità, le cose semplici e amo seguire le mie passioni, che sono la cucina, la fotografia, l’arte.

20 Comments

  1. 7 agosto 2013 / 15:01

    Sei stata bravissima, Simona! E questa confettura sfiziosissima non me la perdo! La salvo subito nella cartella ricette da eseguire il prima possibile!
    Un abbraccio grandissimo e a presto!

    • 8 agosto 2013 / 3:42

      Ieri sera ne abbiamo fatto una scorpacciata insieme a un mix di formaggi che mio marito era andato a comprare appositamente!!! Ci è piaciuta tantissimo!!!! Un bacio carissima!

  2. 7 agosto 2013 / 19:38

    t'ammiro! per le cose buone che fa e perchè le fai! Hai ragione: il tempo non invita ai fornelli! se non cambia diventiamo tutti crudisti!
    le marmellate miste sono le più buone: io in più adoro lo zenzero… vedremo… se venerdi piove…

    • 8 agosto 2013 / 3:44

      Così dicono… ma a me la pioggia (lo dico piano, piano sennò mi picchiano) piace da matti mentre cucino e tutti i familiari sono a casa!!!! 🙂 Un abbraccio e buona giornata!

  3. 7 agosto 2013 / 19:55

    Ciao Simona,
    ho scoperto ora il tuo blog e mi piace molto!
    Mi unisco ai tuoi lettori per non perdere delizie simili!
    Buona serata. Chiara♥!

    • 8 agosto 2013 / 3:50

      Ciao Chiara e benvenuta!!! Sono felice che il blog ti piaccia! Grazie mille.
      Ti auguro una splendida giornata!

    • 8 agosto 2013 / 3:52

      Ciao Chiara, si in effetti lo zenzero è magico! Dovrei usarlo più spesso perché davvero da una marcia in più! Un bacione

  4. 8 agosto 2013 / 1:52

    Bravissima, deliziosa e originale l'idea di mescolare più di un frutto con lo zenzero!

    • 8 agosto 2013 / 3:54

      Grazie Silvia, è stato un esperimento, perché ho usato ciò che avevo in casa, ma le susine e le pere come idea già mi piaceva, con lo zenzero ne è uscita un'ottima marmellata! Sono stata fortunata! 🙂

  5. 8 agosto 2013 / 13:51

    Ottima idea aggiungere lo zenzero… Io poi amo i formaggi accompagnati con composte e marmellate

    • 8 agosto 2013 / 14:33

      eh, eh…mi ricordo ancora il tuo mitico tagliere in uno dei tuoi primi post!!!!! Uno spettacolo!!!!!!!!!!

  6. Anonimo
    23 agosto 2013 / 18:32

    Ciao, chiamiamo le cose col loro nome Signora! non può chiamarsi marmellata questa! Dove sono gli agrumi?
    Ciao, Flory

    • 23 agosto 2013 / 18:59

      Se ti riferisci al gergo tecnico e alla normativa europea…mi sono informata e hai ragione! Avrei dovuto chiamarla confettura, ma io non sono del settore, sono uno storico dell'arte che si diletta in cucina, quindi spero mi passerai questo errore e continuerai a seguirmi lo stesso! 🙂
      Un abbraccio, buona serata e grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *