Torta con stevia e carrubba senza glutine

La Torta con stevia e carrubba senza glutine è una vera delizia.
Confortante, avvolgente, umida, profumatissima e davvero, davvero golosa!
Tutto quello che ci vuole per coccolarci durante queste lunghe giornate casalinghe.
Perfetta per gli intolleranti permette di realizzare un dolce delizioso senza glutine a base di farina di riso e farina di carubba.
Al posto dello zucchero ho utilizzato la stevia e al posto del latte, il latte di riso senza zuccheri aggiunti.
Altre ricette di questo tipo le trovate nella sezione intolleranze.
Volete sapere la cosa più simpatica di questa torta? Che è strafacilissima!
Per realizzarla non servono robot o altro…solo una ciotola e una forchetta. Provare per credere!

Una curiosità: carrubba, carruba, carrube sono nomi che indicano tutti la stessa pianta da cui si ottiene questa farina priva di glutine che ci aiuta nella sostituzione del cacao in molte preparazioni quando la cioccolata non è ammessa per qualche motivo di salute.
Se non avete problemi o non riuscire a trovarla potete tranquillamente sostituire la farina di carruba con il cacao amaro.

Torta con stevia e
carrubba senza glutine
(dose per uno stampo da 24 cm)

Ingredienti

375 g di farina di riso
30-35 g di farina di carrubba
50 g di stevia
100 g di olio di semi di girasole
250-300 g di latte di riso senza zucchero
2 uova
la buccia grattata di un limone bio
1 bustina di lievito per dolci
60 g di gocce o scaglie di cioccolato fondente (facoltativo)

Procedimento

  1. Versate nella ciotola tutti gli ingredienti in polvere
  2. Aggiungete le due uova e i liquidi.
  3. Mescolate con la forchetta fino ad avere un impasto abbastanza sciolto, ma non liquido. Se dovesse servire aggiungete pure un po’ di latte. Sempre poco per volta mi raccomando.
  4. Aggiungere le gocce di cioccolato, se gradite.
  5. Versare in uno stampo oliato e infarinato.
  6. Cuocere in forno statico a 170 gradi per circa 55 minuti.
  7. Controllate sempre con la prova stecchino prima di estrarre.
  8. Fate raffreddare un po’ il dolce prima di sformarlo.

Se avete una pentola fornetto, o fornetto Versilia, potete cuocere il dolce con questa pentola per un’oretta. I primi 5 minuti a fiamma alta sul fornello più piccolo, poi per i successivi 50-55 minuti con la fiamma al minimo. Mi raccomando non aprite il coperchio fino alla fine e prima di spengere fate sempre la prova stecchino. Aspettate che il dolce si intiepidisca prima di sformarlo

In questi giorni cucinare e lavorare ad un nuovo progetto per me è un vero sfogo.
La paura ci attanaglia lo stomaco e le notizie non sono confortanti…si cerca solo di non pensare troppo.
Mentre navigavo sul web però la mia attenzione è stata attirata da questa frase che mi ha fatto sorridere e mi ha dato una bella sensazione di speranza. Voglio condividerla con voi augurandovi un buon fine settimana.

– Cosa hai fatto oggi?

-Ho visto un ciclamino, ho catturato un frammento di cielo e ho sorriso di me stesso mentre tentavo di scappare dalle mie paure.
(Fabrizio Caramagna)

Simona Stentella
Simona Stentella

Sono uno storico dell’arte, ma lavoro all’accettazione dell’ospedale di Acquapendente, un paese sul confine tra Lazio, Umbria e Toscana. Amo la tranquillità, le cose semplici e amo seguire le mie passioni, che sono la cucina, la fotografia, l’arte.

Find me on: Web

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *