Una “dolce” scoperta…

La pentola Versilia, mi ha subito conquistata…era un vago ricordo di bambina, la nonna la usava… la mamma no!
Mia mamma dice di non esser mai riuscita a farci un dolce, e si chiedeva come facesse mia nonna…per mia mamma quella pentola era un mistero, per me è stata una curiosità e un’attrazione fortissima da subito, appena l’ho vista sullo scaffale…e in men che non si dica era mia!!! Mi affascina terribilmente l’idea di poter cucinare i dolci senza il forno, solo con il gas e una pentola…
Come primo esperimento ho provato un dolce che tutti conoscono…il semplicissimo ciambellone, ma non avevo mai usato questa pentola e volevo andare sul sicuro. Il risultato è stato davvero stupefacente!


Ciambella cotta in pentola


Ingredienti:

400 gr di farina 0;
350 gr di zucchero;
70 ml di olio e.v.o.;
150 ml di latte;
4 uova;
1 bustina di lievito per dolci;
1 limone;
burro e farina q.b. per la teglia.


Procedimento:
Dividere i tuorli dalla chiare, montare a neve gli albumi e lavorare, a parte, lo zucchero con i tuorli. Quando le uova saranno ben montate unire il latte, l’olio, la farina setacciata, la buccia grattugiata del limone e il lievito. Aggiungere a questo punto, delicatamente gli albumi.
Versare nella pentola ben imburrata e infarinata il composto, coprire con il tipico coperchio coi fori della pentola e mettere sul fornello piccolo a fiamma alta per circa 5 minuti, poi abbassare la fiamma al minimo per circa un’oretta, un’oretta e un quarto. Verificare in ogni caso la cottura con uno stecchino e rispettare la regola di non aprire il coperchio per la prima mezz’ora.

Quando ho visto lo splendido risultato ottenuto ho subito pensato alla bellissima raccolta di Sandra e Milù …dedicata a preparazioni di piatti unici e dolci rigorosamente senza forno! Parteciperò con questa ricetta! Qui sotto trovate il link alla raccolta, vi consiglio di andarci a fare una visitina!!

Simona Stentella

Sono uno storico dell’arte, ma lavoro all’accettazione dell’ospedale di Acquapendente, un paese sul confine tra Lazio, Umbria e Toscana. Amo la tranquillità, le cose semplici e amo seguire le mie passioni, che sono la cucina, la fotografia, l’arte.

29 Comments

  1. 25 luglio 2013 / 12:55

    per me questa pentola è stata una scoperta a cui non rinuncio più, come viene il ciambellone così non viene in nessun altro modo

    • 25 luglio 2013 / 17:20

      Guarda Enrica, hai pienamente ragione…il gusto è proprio diverso! La mia unica incertezza riguardava l'alluminio, ma da quello che ho letto sul web, dovrebbe creare problemi solo nella conservazione dei cibi e non nella cottura….

  2. 25 luglio 2013 / 13:06

    Ciao Simo!!! che bel ciambellone, bella scoperta quella pentola non la conoscevo….bellissimo fare la torta senza forno!!! baci

    • 25 luglio 2013 / 17:21

      Dani, credimi è meravigliosa! E avere il dolce senza accendere il forno…una vera goduria!
      Un bacione

  3. 25 luglio 2013 / 13:10

    Simona, non potevi giungere in momento migliore! I dolci cotti in pentola (e che ciambellone il tuo!) senza l'ausilio del forno proprio mentre mi sto letteralmente sciogliendo dal caldo! 🙂
    Mi annoto subito un promemoria! Grazieee!
    Baci

    • 25 luglio 2013 / 17:23

      Fidati, il risultato è eccezionale e è garantito sia il risparmio energetico che la dispersione in casa del calore!!!!!!!! 🙂
      Baci baci

  4. 25 luglio 2013 / 13:50

    non ci crederai ma con tutte le teglie e stampi che ho mi manca questa! rimedierò perchè è davvero spettacolare! ciaooooooo

  5. 25 luglio 2013 / 15:13

    ti è venuta davvero una delizia gioia!!! bravissima e viva la pentola, mi sa che vado a spolverare quella della suocera 😉

    • 25 luglio 2013 / 17:26

      Grazie tesoro!!! Mi unisco anche io al tuo Viva la pentola!!! Poi io sono una che si entusiasma subito, quindi per un po' sarà il mio chiodo fisso!!! Hai presente Monica di Friends che si appassionava intensamente delle cose e le fisse le duravano 3 giorni? Io sono su quello stile….il mi marito me lo dice sempre!!! Mi dice che ho le passioni del momento!

    • 27 luglio 2013 / 12:43

      le passioni del momento sono una prerogativa di chi ha la mente aperta ^____^ sempre sperimentare prima di giudicare cose o situazioni, pienamente d'accordo 😉 poi si passa alla prossima sperimentazione XDXD

  6. 25 luglio 2013 / 15:42

    Simona, una novità per me! Bello scoprire le cose di una volta che poi magari funzionano benissimo o meglio delle attuali. Grazie!

    • 25 luglio 2013 / 17:28

      Cara Giovanna, misà che la crisi ci ha riportato un po' indietro nel tempo….si cerca di risparmiare un po' dappertutto e in questo caso, oltre il risparmio è eccezionale anche il risultato!!! Un abbraccio.

  7. 25 luglio 2013 / 16:29

    Anche io ho il fornetto versilia!! segno la ricetta :-)! posso diminuire secondo te le dosi dello zucchero?
    A presto,
    Elisa

    • 25 luglio 2013 / 17:31

      Penso che di sicuro tu possa ridurre lo zucchero cara Elisa. Io ho usato una ricetta che era nel quadernino di famiglia e volevo rispettare scrupolosamente le dosi per vedere se riuscivo a ritrovare un sapore familiare ormai perduto…e così è stato per fortuna, ma anche io cerco sempre di ridurre il più possibile zuccheri e grassi! Un bacio Elisa e benvenuta tra i miei amici! 🙂

  8. 25 luglio 2013 / 19:17

    Geniale la cottura in pentola!
    Mi sono unita ai tuoi fan, se ti va passa da me ^_^

  9. 25 luglio 2013 / 20:40

    Ciao Simona, complimenti la ciambella è fantastica!!!
    Mi hai molto incuriosito con questa padella, credo non sia facile da trovare!?!?!
    Bacioni…

    • 26 luglio 2013 / 3:14

      No, No Ely, è facilissima!!! Io l'ho trovata da Maury's e, tra pentola e coperchio (nella confezione c'è anche lo spargifiamma da mettere sotto) mi sembra che l'ho pagata si e no 12 o 14 euro!!!!

  10. 26 luglio 2013 / 7:18

    Uno splendido metodo di cottura per questa meravigliosa ciambella!!! Complimenti!!! Un bacio e felice giornata

  11. 1 agosto 2013 / 17:21

    Molto ma molto invitante,avevo notato quel tipo di pentola per ciambella in un'emporio vicino casa,ma nn ho ancora avuto il tempo di informarmi il negoziante mi ha detto che serve per fare il "ciambellone americano"
    Ciao Nadia

    • 1 agosto 2013 / 18:26

      Io mi sono trovata benissimo, non ho idea di cosa sia il ciambellone americano, ma quello di casa nostra ci viene una favola Nadia!!!! Un bacio gigantesco e grazie della visita!!!!

  12. 5 agosto 2013 / 12:35

    grazieeee un ottimo metodo per evitare il forno e poi sembra proprio perfetta !!!

    a presto carissima

  13. 2 aprile 2017 / 16:08

    Ciao anch’io ho questa pentola ma tra un impegno e l’altro non ancora lo provo..ora che ho scoperto la tua ricetta a giorni lo farò. Grazie e buona giornata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *