Una torta nel cuore

Ci sono ricordi e sensazioni che rimangono nella memoria per sempre…
momenti di gioia intensa, di riso spensierato,
 attimi di attesa e pretesa, di grandi desideri e aspettative.
Momenti in cui il futuro è ancora tutto da scrivere
e i sogni si mescolano a corse e sudore, terra sulle ginocchia,
scarpe sporche, capelli davanti agli occhi…
fili d’erba tra le mani e acqua da bere tutta d’un fiato
tra un nascondino e un ruba bandiera. 

E in tutto questo le feste di compleanno che, innocenti e indifferenti,

scandiscono lentamente, ma alla velocità della luce le stagioni e il tempo che passa.
Io i miei compleanni li ricordo meravigliosi, e ricordo mia mamma
che non organizzava party o buffet
all’epoca non si chiamavano così
ma rinfreschi!
Rinfreschi strepitosi…ricchi, curati e golosi.
Tutto era un fermento nel mio cuore
e il risultato era sempre al di sopra delle mie aspettative…
lei riusciva con pochi gesti a rendere tutto perfetto. 

Il coronamento della festa era nella torta.

Una torta che per me era indescrivibile.
Nulla a che vedere con la pasticceria moderna s’intende,
non vi aspettate pasta biscuit, uova pastorizzate, macarons o decori di pasta di zucchero.
Per me era comunque la torta più buona del mondo…
Un semplice ciambellone con due strati di crema,
una al cioccolato e una classica, profumata con la scorza di limone.
Niente bagna, ma una notte in frigo che compattava il tutto
e una candida e delicata spolverata di zucchero a velo come copertura.
E’ stata la prima torta che ho amato e la prima che ho imparato a fare…e sapete qual’è
la magia più grande di questa torta? 

Che dopo che i bambini se n’erano andati, i vassoi semi-vuoti venivano riordinati,

quando la forza e la bellezza della giornata appena trascorsa
 iniziava a far vibrare il petto d’emozione e si fissava nella memoria,
mentre le carte dei regali sparse sul pavimento venivano raccolte e i fiocchi conservati
-perchè non si sa mai potrebbero servire di nuovo- 
allora, proprio allora, quella torta diventava ancora più buona.
 Testimone e simbolo di un’età e di una spensieratezza che non tornano più,
ma che possiamo rivivere attraverso gli occhi dei nostri figli.
Spero di rendere anche l’infanzia di Margherita una favola e la nostra casa
e le nostre braccia un rifugio sicuro dove ogni piccolo sobbalzo del petto trovi consolazione.
E grazie a Ileana che con questo bellissimo contest mi ha fatto emozionare e mi ha dato modo di ringraziare mia mamma che tutt’oggi mi sostiene sempre con la stessa forza di allora. 

 

Torta del cuore
farcita con crema bianca e nera cotta al microondeIngredienti
Per il ciambellone
400 gr di farina 0
350 gr di zucchero
70 ml di olio e.v.o.
150 ml di latte
4 uova
1 bustina di lievito per dolci
1 limone
burro e farina q.b. per la teglia

Per la crema bianca e nera al microonde
4 tuorli
80 gr di zucchero
40 gr di farina
800 ml di latte
cacao amaro q.b.

Procedimento
Per il ciambellone

Per il procedimento del ciambellone
vi rimando alla ricetta del mio ciambellone cotto in pentola.
In questo caso ho usato le stesse identiche dosi e lo stesso procedimento,
mettendo però l’impasto in una tortiera imburrata e infarinata del diametro di 24 cm.
Cottura a 180° in forno statico per 45-50 minuti.
Controllare sempre con uno stecchino il grado di cottura.Potete anche usare la vostra ricetta del cuore per il ciambellone,
ma mi raccomando deve essere un semplice classico ciambellone,
niente pan di spagna o preparazioni particolari,
o ne verrà compromesso il sapore di genuinità che ricordo.
Una volta che il ciambellone sarà freddo tagliarlo in due punti.

Per la crema bianca e nera al microonde
(ricetta tratta dal libro “In cucina col microonde” di G.Limatora,1996)
Anche qui ognuno potrà usare la crema che preferisce,
Unica avvertenza non fare una crema troppo lenta…deve essere bella soda.
Io vi lascio la ricetta della crema fatta al microonde.
Sbattere i tuorli con lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso.
Aggiungere la farina e diluire piano piano tutto con il latte.
Unire un pezzo di scorza di limone. Solo la parte gialla.
Versare la crema in un recipiente e cuocere a temperatura media per circa 8-10 minuti interrompendo la cottura per tre volte e mescolando la crema ogni volta.
Dividere la crema in due parti e in una aggiungere il cacao amaro a piacere fino a raggiungere il grado desiderato.
(A questo punto del procedimento è possibile anche aggiustare la crema di zucchero)
Mettere la crema a freddare.

Tanti auguri  per i tuoi 3 anni amore nostro!!!




N.B. per i più pigri..o i più indaffarati, per riuscire in un attimo ad ottenere una torta farcita anche in mancanza di tempo andranno benissimo, come suggeriva il vecchio Manuale di Nonna Papera (custodito gelosamente nella mia biblioteca)…budino alla vaniglia e budino al cacao, che possono costituire un ottimo surrogato alla crema!!!

Una volta freddata bene la crema farcire
uno strato del dolce con crema al cioccolato e uno strato con crema pasticcera aromatizzata con una scorza di limone biologico.
Non usare nulla per bagnare il dolce, ma sigillarlo e riporlo in frigo per una notte.

Prima di servirlo spolverarlo con zucchero a velo.

 Con questa torta partecipo al contest di Ileana
del blog Cucina per Gioco

Simona Stentella

Sono uno storico dell’arte, ma lavoro all’accettazione dell’ospedale di Acquapendente, un paese sul confine tra Lazio, Umbria e Toscana. Amo la tranquillità, le cose semplici e amo seguire le mie passioni, che sono la cucina, la fotografia, l’arte.

Find me on: Web

32 Comments

  1. 15 Maggio 2014 / 7:57

    ogni volta che entro nel tuo blog.. sai sempre emozionare..
    bravissima
    la torta??? super come sempre!
    un abbraccio

  2. 15 Maggio 2014 / 8:00

    che bel racconto, dolce Simo…anche la mia mamma quand'ero piccola organizzava rinfreschi strepitosi e io ne ho i ricordi vividi come se fosse ieri…un sacco di gente e di regali in casa ma ci divertivamo tantissimo! che bei tempi…anch'io cercherò di trasmettere quell'atmosfera ai miei figli! che dire della torta??? mi sembra buonissima! ciao cara

    • 17 Maggio 2014 / 4:19

      Dalle foto che vedo della tua famiglia traspare già tutto il calore e l'entusiasmo! Sei davvero una mamma spettacolare! Abbraccia per me i tuoi cuccioli!

  3. 15 Maggio 2014 / 8:52

    Io mi sono emozionata a leggere.
    Grazie per aver condiviso i tuoi ricordi. Un bacione a te alla tua splendida Margherita!

  4. 15 Maggio 2014 / 8:52

    Grazie Simona per questi suggerimenti! Mi hai ricordato anche i miei di compleanni.. tanti xari auguri alla piccola! La torta buonissima….un abbraccio Simona

  5. 15 Maggio 2014 / 9:18

    Tanti auguri alla tua cucciola !
    Anche io come altre mi sono emozionata aleggere il tuo post e ho fatto un salto indietro nel tempo ….
    buona giornata .

  6. 15 Maggio 2014 / 9:55

    Che bel racconto Simona…. vivo le stesse emozioni nel ricordare mia madre, le feste di compleanno e i suoi dolci… e sai una cosa? Il mitico manuale di Nonna Papera è stato il mio primo ricettario!! Purtroppo non lo ho più… Ti abbraccio

    • 17 Maggio 2014 / 4:22

      Lo immaginavo Marianna…il tuo post sulla tua mamma mi ha fatto arrivare tutto l'amore e tutte le attenzioni che lei ti ha riservato!
      Il manuale di Nonna papera me lo portò Babbo Natale di tantissimi anni fa….credo avessi 5 anni e ancora è lì…re indiscusso della mia libreria dedicata alla cucina!
      Buon fine settimana a te e a tutta la tua famiglia!!!

  7. 15 Maggio 2014 / 10:48

    Sei dolcissima cara… il tuo racconto mi è entrato nel cuore…
    Ho avute poche torte di compleanno ma un grande papà che mi ha dato tanto e mi da tutt'ora tanto amore!
    Un bacione e auguri alla tua cucciola!

  8. 15 Maggio 2014 / 12:37

    ci sono persone che ti entrano nel cuore …. che ti trasmettono dolcezza …. che ti fanno ricordare tanti momenti vissuti … simili … persone dolci e sensibili … mi sono commossa nel leggere e chiuso gli occhi a ricordare …sei nel mio cuore dolce ragazza…. grazie di regalarmi i tuoi attimi ….auguri in ritardo per la tua piccolina … bellissima un amore di bimba un amore come te … un abbraccio ….
    e la torta ……uno spettacolo giusi

  9. 15 Maggio 2014 / 14:33

    vedi io prenderei una fettona enorme con un bicchiere gigante di latte e cioccolato!!

  10. 15 Maggio 2014 / 16:49

    Che belle parole Simona, la tua piccola si ricordera' dei suoi compleanni, come hai fatto tu, la torta e' stupenda, bravissima, un bacione e tanti auguri alla tua meraviglia!!Laura.

  11. 15 Maggio 2014 / 17:23

    Ciao Simona, io non mangio molti dolci ma la tua Torta del Cuore è davvero invitante proverò a farla per i miei cuginetti tutti piccoli bambini , ci vedremo tutti ad agosto in vacanza nella tua tuscia
    un caro saluto Elena

  12. 18 Maggio 2014 / 4:24

    Ma tu guarda se alla fine sono sempre le cose semplici quelle più buone!! E quanto sono evocativi i sapori di certe torte….un abbraccio forte alla piccola festeggiata e naturalmente a te!!

    • 19 Maggio 2014 / 4:25

      Ma ci puoi scommettere….avoglia a provare tante basi moderne, un sapore come quello che hanno le cose che fa la mia mamma ancora non ci sono riuscita a trovarlo!!!!

  13. 18 Maggio 2014 / 14:40

    Lo sai che sei una meraviglia, vero? Le tue parole, i tuoi ricordi riescono sempre a toccarmi. E le tue delizie a stuzzicare le mie papille gustative. Che belle immagini, poi! E la tua pulcina è un tesoro!
    Un abbraccio grandissimo a tutte e due!
    MG

  14. 18 Maggio 2014 / 19:17

    Ciaooo! La tua torta ha un profuminoooooooo…..domani provo a farla!…. Bacionii : )

  15. 18 Maggio 2014 / 20:25

    Margherita sei bellissima!!!!! Tanti auguri!!!!
    Hai avuto la torta più buona del mondo perche te l'ha preparata con tanto amore la tua mamma con la ricetta di nonna!!!!
    Che bel racconto!!!! quante emozioni riesce a trasmettere, a condividere, complimenti!!!!
    Ciao, a presto ….

    • 19 Maggio 2014 / 4:27

      La festeggiata ringrazia….e anche la sua mamma ti ringrazia!!! 🙂
      Grazie Anisja, il tuo commento è dolcissimo e mi riempie il cuore…
      un bacio grandissimo!

  16. 24 Maggio 2014 / 5:49

    Tanto auguri!!!! Sono sicura che con una mamma come te ci saranno un sacco di bei ricordi da portare nel bagaglio della vita! Sono estasiata dalla torta ma ancor più dalla vista nelle fotografie, e' quanto vedi da casa tua?!! Che fortuna immensa!!!!! Ciao ciao!

    • 26 Maggio 2014 / 14:36

      Grazie Chiara…io lo spero davvero!!!
      Sì è la vista che abbiamo dal terrazzo…siamo in alto rispetto all'abitato e vediamo una parte del paese e tutto il monte Amiata e con il suo circondario…è davvero una bella vista! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *