Ancora una crostata?!?!?

No, non sono né impazzita, né voglio annoiare nessuno con la mia monotonia culinaria, ma per dirla tutta, questa settimana non ho cucinato assolutamente niente di interessante e, in più, era rimasta da postare questa ricettina del mio buffet di ferragosto così dopo la crostata di farro ai lamponi e mirtilli vi tocca beccarvi quest’altra crostata!
La ricetta della pasta è un tantino diversa, ma il risultato è eccellente…
Per quanto riguarda la base della crostata, la ricetta l’ho trovata sul libro di Letizia Nucciotti L’anti-chef, che molti di quelli che mi seguono (in particolare gli abitanti di Abbadia S.Salvatore e Piancastagnaio) possiedono già….visto che a quanto ho capito è andato a ruba!
Letizia è bravissima e gestisce un agriturismo sul Monte Amiata… ha scritto questo libro davvero fantastico! Le ricette sono tutte ricette tradizionali, molto conosciute e radicate dalle nostre parti, quindi è un piacere leggerlo e consultarlo anche per preparare il pranzo o la cena quotidiani.
Il ripieno invece è quello classico della crostata di ricotta, come la mangiavo da ragazzina nei soggiorni estivi che facevo con la mia famiglia a Tarquinia Lido…era il dolce preferito del mio babbo e, tutti gli anni il 17 Luglio, lo festeggiavamo acquistando questa crostata!
Mangiandola ho sentito di nuovo il brivido della felicità…di quei compleanni trascorsi al mare spensierati e indimenticabili…lui lo amava davvero moltissimo il mare…
Crostata di ricotta, cioccolato e alchèrmes
Ingredienti:
Per la base
300 gr di farina;
200 gr di zucchero;
2 uova;
1 tazzina di olio e.v.o.;
1 tazzina di latte;
la scorza grattugiata di 1 limone;
1 bustina di lievito per dolci.
Per il ripieno
500 gr di ricotta;
zucchero 4 cucchiai;
gocce di cioccolata.
Procedimento:
Per la base si mescolano insieme tutti gli ingredienti e si lavora velocemente la pasta, poi la si chiude in un sacchetto del gelo e si ripone in frigo per circa mezz’ora.
Per il ripieno…si mescola tutto insieme e si regola aggiustando il sapore in base ai proprio gusti…noi abbiamo abbondato sia di liquore che di cioccolato!!!!
Si stende la pasta (circa 2/3) e si mette il ripieno. Con la pasta restante si fanno delle striscioline da mettere sopra il ripieno dando la forma di una griglia.
Si cuoce in forno statico a 180° per circa 40 minuti.

_________________________________________________
Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare la dolcissima Fragolina del blog Ricette fuori fuoco  che mi ha assegnato questo bellissimo premio! Il blog è delizioso e lei è bravissima con la macchinetta fotografica quindi vi consiglio di andare a trovarla!
Grazie davvero !
Simona Stentella

Sono uno storico dell’arte, ma lavoro all’accettazione dell’ospedale di Acquapendente, un paese sul confine tra Lazio, Umbria e Toscana. Amo la tranquillità, le cose semplici e amo seguire le mie passioni, che sono la cucina, la fotografia, l’arte.

36 Comments

  1. 8 settembre 2013 / 18:12

    ma grazie!! che dolce che sei :*** crostate? postane quante ne vuoi! mi piacciono e ne faccio non sono brava come te però le mangio volentieri e spesso ^_^

    • 8 settembre 2013 / 18:27

      Anche io ne mangerei continuamente!!! Le adoro! Per un po' purtroppo dovrò trovare impasti senza uova visto che devo fare una sorta di disintossicazione da intolleranza, ma spero di poterle reintrodurre presto!

  2. 8 settembre 2013 / 18:21

    I dolci sono buoni ma non fanno per me troppo dolci e per fortuna non sono golosa buona serata ciaooo

    • 8 settembre 2013 / 18:28

      Beata teeeeeeeeeeeeeee!!!!!!!!!! Io invece li mangerei dalla mattina alla sera!!! Li trovo davvero confortanti! Non puoi capire quanto ti invidio!

  3. 8 settembre 2013 / 18:43

    Davvero ottima e ripiena di ricordi!! Sono le pietanze più buone quelle che ci riportano indietro con la memoria a momenti spensierati.

    • 8 settembre 2013 / 19:51

      Hai assolutamente ragione Guendalina! Io poi in particolare associo tantissimo i sapori ai momenti in cui li ho gustati…

  4. 8 settembre 2013 / 19:39

    Non sei monotona se sforni sti pezzi di dolci … mamma mia quando ne addenterei unafetta … ce ne hai ancora ??? senti ma dove li trovo tutti quei semini di karkadè … coriandoli e via dicendo …non ho mai provato a fare l'arkemese … di solito faccio nocino, bargnolino … e corniolo …la c'è ancora un buchetto sulla sansia dei liquori e ci starebbe pure questo … bacioni … giusi_g

    • 8 settembre 2013 / 19:54

      Grazie Giusi! La crostata è finita tutta il primo giorno, ma te ne preparo un'altra!!!! 🙂 Tutte le spezie che ho indicato nella ricetta dell'alchermes le trovi tranquillamente al super….sono spezie molto diffuse. Prova a farlo e non te ne pentirai, non colora molto, ma il profumo che sprigiona è nettamente superiore a quello comprato!

  5. 8 settembre 2013 / 19:46

    le tue crostate sono super!!!ho provato a fare la ricetta dell'altra volta ed è venuta buonissima!
    bacioni simona

    • 8 settembre 2013 / 19:55

      Sono stra-feliccissima che ti sia piaciuta!!! Grazie per avermelo detto! Mi rende contentissima sapere che una mia ricetta sia piaciuta a chi l'ha provata! Grazieeeeee

  6. 8 settembre 2013 / 19:47

    Ciao, bè se le crostate sono tutte così buone….ben vengano 😉
    Buonissima questa con la ricotta e le gocce di cioccolata, l'aggiunte dell'alchermes (home made !?!!?) è un tocco di classe inaspettato!
    Una fetta te la rubiamo volentieri.
    baci

    • 8 settembre 2013 / 19:58

      ahahahaha, hai ragione, forse non sono stata chiara! Home-made…cioè fatto in casa!!! Ovviamente va benissimo quello comprato, io per realizzarla invece ho usato quello fatto da me! Se vi può interessare ho messo il collegamento per come farlo artigianalmente…..grazie mille per la visita ragazze! Un abbraccione!

  7. 8 settembre 2013 / 19:58

    Ciao Simona, che buona questa crostata. Me la preparava la mia nonna, anche per me è legata a bellissimi ricordi. Ti abbraccio a presto

    • 8 settembre 2013 / 20:21

      Grazie mille!!! Te l'ho detto che abbiamo diversi gusti in comune!!! Lo aggiungo un altro! 🙂 un abbraccio e buona serata!

  8. 8 settembre 2013 / 20:19

    Buona anche questa!!! Continua pure che prendo spunto! Buona serata!

    • 8 settembre 2013 / 20:23

      Grazie Chiara!!! La prossima mi toccherà farla senza uova per disintossicarmi un po' dalle mie intolleranze, ma sarà una sfida divertente! Un abbraccio!

  9. 8 settembre 2013 / 21:03

    Le crostate sono il mio dolce preferito, per cui per me non sei monotona 🙂
    Buona questa crostata e trovo molto affettuoso il riferimento al tuo papà.
    Un bacio

    • 8 settembre 2013 / 21:12

      Grazie Daniela…per la visita e per le belle parole…la mancanza di lui c'è sempre, ma talvolta, a seconda di quello che facciamo, mi sembra quasi di sentire il suo profumo o quello che avrebbe detto…è solo una questione di attimi, ma bellissimi e intensissimi.

  10. 9 settembre 2013 / 5:53

    Mi piace molto la pasta frolla con l'olio e senza burro e mi piace molto anche il ripieno di ricotta (che amo particolarmente) senza l'aggiunta di uova. Ma quello che rende tutto perfetto è il tuo ricordo: quando un piatto ci ricorda momenti felici, il percorso dalla preparazione alla degustazione diventa un viaggio sensoriale di imparagonabile bellezza. Ti abbraccio Simona ^_^

    • 9 settembre 2013 / 11:16

      Grazie Erica, anche io ho trovato subito molto interessante la pastafrolla fatta in questo modo…non potevo non provarla e mi ha entusiasmato! Per il resto non voglio aggiungere nulla, perché tu, con la tua innata sensibilità, hai colpito esattamente nel centro…hai saputo spiegare in poche righe tuta la mia sensazione rispetto a questo dolce! Grazie.

  11. 9 settembre 2013 / 8:09

    Una delle torte che mi ricorda l'infanzia.. 🙂 Quel profumino di ricotta.. che meraviglia!!!

    • 9 settembre 2013 / 11:17

      La crostata di ricotta ha una pastosità e una consistenza senza uguali…anche io la amo da morire fin da quando ero piccola!
      Un abbraccio cara Barbara

    • 9 settembre 2013 / 11:18

      Grazie Linda…il ripieno è piuttosto classico, ma la frolla è un po' diversa, ottima per evitare il burro!
      Un bacione, a presto.

  12. 9 settembre 2013 / 16:50

    Che bella crostata ! Complimenti anche per il premio che hai ricevuto .
    Io sono sempre senza pc che è ancora dal tecnico uff ! Continuo a sperare che trovi presto il pezzo e lo metta a posto !!!

    • 9 settembre 2013 / 18:32

      Ciaoooooooo!!!!!!!! Ma questo pc, ti fa dannare!!!! Speriamo te lo riparino presto! Un bacioneeeee!

  13. 9 settembre 2013 / 19:24

    Cara simona,
    ti ho appena scoperta e son proprio felice… io non sono una food blogger ma amo di tanto in tanto pasticciare in cucina… e qui mi pare che di ispirazione ce ne sia molta!b
    Quindi piacere, un abbraccio e a a presto… intanto rubo la ricetta… troppo golosa!
    ciaoo
    Lisa

  14. 9 settembre 2013 / 19:46

    Congratulazioni per il premio,sono iniziative così carine e fanno piacere:-) Buonissima la tua crostata, alla ricotta poi è una delle mie preferite.Ti ho già risposto sul mio blog per il fatto del linky party, fai pure quando hai tempo, capisco benissimo, ho un piccolino anche io, baci
    Sara

    • 10 settembre 2013 / 11:39

      Sara grazie per la comprensione ho 2 giorni di fuoco, ma domani sono di riposo e dovrei riuscire a sistemare il link e tutto quanto…grazie ancora!

  15. 11 settembre 2013 / 8:43

    Le cose buone non stancano mai!
    Complimenti per il premio, io te ne ho assegnato un altro, se ti fa piacere passa a ritirarlo dal mio ultimo post.
    Baci.

  16. 11 settembre 2013 / 12:31

    Che bello!! Posso immaginare perfettamente cosa significhi!
    Quale noia??? Questa ricetta mi strapiace già! Ma perchè nacqui tonda che più tonda non si può????? Uffola!
    Sono qui perchè ho da consegnarti un piccolo cadeaux e spero ti piaccia. Lo trovi a destra sulla mia home. E' il solletico nel cuore Award, spero che le motivazioni ti piacciano. attendo news per quel che sai tu via e-mail. mega super kiss!

    • 12 settembre 2013 / 4:06

      Guarda Vivi, non me ne parlare…speriamo che almeno, costretta dalla necessità…nel frattempo riesca a perdere qualche kg, non si sa mai….così unisco l'utile al dilettevole!
      Grazie per il premio, sei stata un amore!!!! Un bacione grandissimo!

  17. 11 settembre 2013 / 13:35

    buonissima..mi piace..la segno..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *