Biscotti simil-ciocchini

Partiamo col dire che, quando ero piccolissima, ero capace di mangiarmi una scatola intera di questi biscotti del Mulino Bianco….ma non una scatola mignon, come quelle che ci fanno digerire a un occhio della testa per 200 gr di peso totale….no! Io mi mangiavo una confezione dei vecchi formati del Mulino Bianco…e qui vorrei vedere chi se li ricorda ancora….
Erano scatole rettangolari e lunghe…con all’interno circa 5 pirottini, belli grandi che contenevano 5 biscottoni belli grossi, impilati uno sull’altro…erano bellissimi!
Così, mi sono cimentata nell’impresa di riprodurmeli home-made, visto che continuano ad essere i miei biscotti preferiti….e lo sono diventati anche di mia figlia.
Per la ricetta ho preso una confezione e, considerando che gli ingredienti sono in ordine di quantità e gli unici due ingredienti con una minima indicazione sono le gocce di cioccolato (15%) e le scorze d’arancia candite (6%), ho preso la calcolatrice e sono andata di proporzione e tentativo!
Il risultato è stato eccezionale, anche se ho dovuto rinunciare alle arance candite e ho messo zucchero grezzo di canna, anziché zucchero normale, visto che non lo avevo in casa. In ogni caso il risultato è stato eccellente e il sapore è assolutamente paragonabile all’originale!

Biscotti simil-ciocchini


Ingredienti:

500 gr di farina 0;
250 gr di zucchero grezzo di canna (nella ricetta originale lo zucchero è quello semolato);
75 gr di gocce di cioccolata;
65 gr di burro;
la buccia grattugiata e il succo di un’arancia (la ricetta prevedrebbe 30 gr di scorza d’arancia candita, ma io non l’avevo e non avevo voglia di farla!);
2 uova;
1 pizzico di sale;
1 bustina di lievito per dolci.

Procedimento:
Mettere in una ciotola la farina, lo zucchero, il pizzico di sale e le uova. Mescolare, quindi aggiungere il burro fuso, la cioccolata, la scorza, il succo di arancia e il lievito. Impastare bene e formare una palla da mettere in frigo, dentro un sacchetto per congelatore, per almeno mezz’ora.
Passata la mezz’ora riprendere l’impasto e formare dei cilindrotti del diametro di cui si vuole fare il biscotto e tagliare nello spessore di circa 1/2 centimetro. Adagiare su una teglia coperta di carta da forno e cuocere a 170° per circa 10 minuti.

Io li ho cotti per 15 minuti e si sono induriti un po’ troppo. E’ bene pensare che i biscotti devono uscire dal forno quando al centro sono ancora morbidi, perché poi si asciugheranno (io mi sono un pochino distratta mentre giocavo con la Chicchetta!!!!). Ovviamente i tempi variano in base alla dimensione e allo spessore del biscotto, quindi è necessario andare un po’ d’intuito!

Simona Stentella

Sono uno storico dell’arte, ma lavoro all’accettazione dell’ospedale di Acquapendente, un paese sul confine tra Lazio, Umbria e Toscana. Amo la tranquillità, le cose semplici e amo seguire le mie passioni, che sono la cucina, la fotografia, l’arte.

12 Comments

  1. 30 giugno 2013 / 7:56

    Mamma mia che buoni!! prima che si mette caldo caldo di nuovo li DEVO provare!

  2. 30 giugno 2013 / 12:15

    bravissima Simona , sono anche meglio di quelli comprati ne prenoto un paio…un abbraccio grande e felice domenica .

  3. 30 giugno 2013 / 19:04

    Io ti copio tale e quale perché l'arancia candita non ce l'ho, non mi piace molto e non la saprei nemmeno fare…quindi vado di scorza che secondo me da un sapore più delicato e fresco…

    • 1 luglio 2013 / 3:50

      Si, guarda che tanto il sapore d'arancia si sente lo stesso benissimo, io invece pensavo si sarebbe sentito pochissimo…non lo so se usando lo zucchero di canna (io avevo in casa solo quello più scuro che ha un sapore un po' più particolare) il profumo dell'arancia si sia accentuato, cmq anche io la rifarò così, senza candire nulla! Buona giornata e buon inizio di settimana!

  4. 11 agosto 2013 / 17:06

    Che favola questi biscotti, grazie mille della ricetta!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *