Patate di una volta…

 Filastrocca di primavera
più lungo è il giorno,
più dolce la sera.
Domani forse tra l’erbetta
spunterà la prima violetta.
O prima viola fresca e nuova
beato il primo che ti trova,
il tuo profumo gli dirà,
la primavera è giunta, è qua.
Gli altri signori non lo sanno
E ancora in inverno si crederanno:
magari persone di riguardo,
ma il loro calendario va in ritardo.

( Filastrocca di Primavera -G. Rodari )

Questa ricetta è una ricetta semplicissima,
ma davvero gustosa, leggera e facilissima.
Il suggerimento è arrivato da una mia collega il cui nonno
cucinava così le patate…sulle vecchie stufe economiche!
Provate a prepararle in questo inizio di primavera
quando ancora il fresco della sera si presenta pungente e inaspettato.
Il loro gusto di buono e di antico è una vera coccola
sia per i grandi che per i piccoli!

Patate di una volta

(dosi per 4 persone)

Ingredienti
1 kg circa di patate pulite
acqua
olio e.v.o.
prezzemolo
2 spicchi di aglio in camicia
sale

Procedimento

Pelare le patate, pesarle, tagliarle a cubetti regolari e metterle in una padella.
Ricoprire completamente le patate con acqua, aggiungere l’aglio,
il prezzemolo, il sale e un giro d’olio.
Coprire con un coperchio e accendere il fuoco a fiamma vivace per portare a bollore.
Da quando l’acqua inizia a bollire abbassare un pochino la fiamma e lasciare che l’acqua si consumi completamente.
Quando il liquido sarà stato quasi tutto assorbito, scoprire  e lasciar rosolare.
A piacere si può  decidere di aggiungere a questo punto un altro po’ di olio o unirlo direttamente a crudo nei piatti.

 

Simona Stentella

Sono uno storico dell’arte, ma lavoro all’accettazione dell’ospedale di Acquapendente, un paese sul confine tra Lazio, Umbria e Toscana. Amo la tranquillità, le cose semplici e amo seguire le mie passioni, che sono la cucina, la fotografia, l’arte.

Find me on: Web

34 Comments

  1. 17 Aprile 2014 / 15:43

    Bella la poesia di Rodari 🙂
    Buone queste patate, molto gustose.
    Buona Pasqua a te e alla tua famiglia.

  2. 17 Aprile 2014 / 16:15

    Ciao Simona , sono ancora a Milano in ufficio giornata molto intensa….qualche volta mangio patate ma non sempre ( aumentano la glicemia non ho problemi ma è meglio evitare) , domenica proverò a realizzare la tua ricetta molto gustosa e facile . Mi piace molto il tuo blog auguri Buona Pasqua un caro saluto Elena

  3. 17 Aprile 2014 / 16:29

    Un classico sempre gradito, le adoro!
    Un bacione e buona Pasqua a te e la tua famiglia 🙂
    ps: ti aspetto per il mio contest se ti va!

  4. 17 Aprile 2014 / 19:14

    che buone queste patate…grazie per la ricetta e per la bella filastrocca!ti auguro una buona pasqua e non ti stancare a cucinare per tutti!un bacio alla piccola simona:)))grazie per i tuoi bellissimi commenti

  5. 17 Aprile 2014 / 19:29

    io adoro le patate!!! gianni rodari un genio!! e poi credo che sin dai primi versi sia riconoscibile nel mio sussidiario delle elementari c'erano molte poesie che ricordi!

  6. 17 Aprile 2014 / 21:11

    wow che bontà queste patate! ottima la poesia :)) auguri di buona Pasqua!

  7. 18 Aprile 2014 / 6:28

    Che voglia di patate mi hai fatto venire anche a quest'ora del mattino…brava sono molto appetitose!!!
    BUONA PASQUA Simona, a te e famiglia…a presto…

  8. 18 Aprile 2014 / 8:24

    buone le tue paptate semplici e genuine, come davvero quelle di una volta…grazie della visita e auguroni di buona pasqua a te e famiglia! sei tanto dolce, spero di conoscerti presto mia cara!

  9. 18 Aprile 2014 / 15:43

    Che buone Simona.. anche io a volte le faccio così le patate rimangono belle croccanti in superficie… grazie per la bella poesia che ci hai regalato, e Buona Pasqua a te e alla tua bella famiglia!! a presto.. Daniela

  10. 18 Aprile 2014 / 16:11

    Ciao Simona, ottime le patate fatte così, un bacio e tantissimi auguri di Buona Pasqua

  11. 19 Aprile 2014 / 5:42

    Buone!! Qui adorano tutti le patate, le proveremo! Buona Pasqua e tanta serenita!!

  12. 19 Aprile 2014 / 6:50

    Beh, il fatto che sia una ricetta semplice non vuol dire che sia un piatto banale. Molto interessante il metodo di cottura e poi quella crosticina è spettacolare!!! GrandeSimona.
    Un bacione e tanti tanti tanti auguri di buona Pasqua, anche alla pulce che soffia ^_^

  13. 19 Aprile 2014 / 7:38

    LE ricette più semplici hanno dei segreti che risalgono nel tempo, e sono perfette come solo i piatti semplici sanno esserlo se fatti a regola d'arte. Grazie per questa ricetta e ti auguro serene Feste, un bacio alla principessina. mony

  14. 19 Aprile 2014 / 15:18

    Che incanto la meravigliosa fatina che soffia <3
    Semplice e straordinariamente gustoso questo contorno, Simona!
    Un abbraccio, tesoro e Buona Pasqua!
    MG

  15. 19 Aprile 2014 / 16:04

    Mi avevano incuriosito dopo che le ho viste su FB! Volevo vedere come fossero quelle di una volta!! Devono essere buonissime!! Baci Simo! Buona Pasqua!

  16. 19 Aprile 2014 / 16:54

    Carissimi auguri di una serena Pasqua!!!

  17. 19 Aprile 2014 / 17:20

    gnam!! che buon modo per preparare le patate, ci provo sicuramente!!! La piccoletta è splendida, che guanciotte!! Buona Pasqua cara Simona un bacione

  18. 19 Aprile 2014 / 17:37

    Proprio una ricetta semplice e squisita! Complimenti per la cucciola, è bellissima!!! Tanti auguri a te e a tutta la famiglia, un bacione

  19. 19 Aprile 2014 / 17:48

    Che carina la filastrocca! Ma sai che la ricetta sembra molto buona e poi semplice! Tanti auguri di buona Pasqua, un bacione

  20. 19 Aprile 2014 / 20:34

    Ciao! Se passi per il mio blog troverai un piccolo regalo per te…ti aspetto e ti auguro una serena Pasqua! 🙂

  21. 20 Aprile 2014 / 17:05

    ciao simona sono passata solo per dirti che sto cucinando le tue patate!!! che profumino!!! un bacio

  22. 22 Aprile 2014 / 19:42

    Ciao Simo 🙂 Adoro le patate, in tutte le versioni, e così devono essere ottime! Proverò presto! Grazie per la ricetta e complimenti, ti abbraccio forte forte <3 <3 <3

  23. 23 Aprile 2014 / 14:46

    mamma mia che meraviglia Simo, ho l'acquolina in bocca … come ho visto la foto una voglia indicibile di prepararle oggi.. ma non posso, ho già imbastito qualcos'altro.. domani si però!!!!
    Un abbraccio

  24. 27 Aprile 2014 / 12:23

    Un piatto che sa di casa ^_^ Buonissime, le fa così anche mia madre :)))))

  25. 28 Aprile 2014 / 18:51

    Le patate, le mangio in tutti i modi, mi piace tantissimo questa versione…:-)

  26. 29 Aprile 2014 / 4:29

    * Ti ho scoperta per caso e mi sono subito unita a chi ti segue, passerò con calma a leggermi i tuoi post.
    * Grazie per questa gustosa ricetta che rifarò questa sera accontentando il "patataro" di casa.
    * Tutte le volte che vorrai leggere/ascoltare una favola inedita per bambini (o chi vuol sentirsi tale anche solo per un momento) o vedere cosa faccio divertendomi con i nipotini con il riciclo/riuso o pasticciando in cucina passa a trovarmi che mi farai sempre molto piacere
    Tante serene e gioiose giornate a tutti
    nonnAnna

  27. 30 Aprile 2014 / 6:45

    io le faccio così da sempre e pensavo fosse un modo mio ahaha rigorosamente senza aglio oppure lasciandolo intero ….. da provetta baciatrice quale sono ….non posso avere un alito pesante ….
    quanto adoro le poesie specie quelle di Rodari .. un bacione …. profumoso giusi

  28. 12 Maggio 2014 / 16:56

    …. vado a prepararle subito! devo essere spaziali…
    un bacio!
    .. e naturalmente grazie!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *