Torta Nua alla marmellata di fichi

La torta Nua è una torta famosissima che qualche anno fa impazzava letteralmente sul web.
La caratteristica di questa torta è che il ripieno viene aggiunto sulla superficie della torta, poco prima di infornarla.

Potete scegliere il ripieno che preferite (marmellata, crema di nocciole etc.) e poi, poco prima di infornare, lo metterete sulla superficie della torta a cucchiaiate. Non dovrete faticare, e non dovrete preoccuparvi per l’estetica del vostro dolce.

La torta Nua uscirà dal vostro forno bellissima e buonissima. A questo punto basterà una spolverata di zucchero a velo e avrete una torta deliziosa e facilissima.

Per questa ricetta io ho usato un barattolo di marmellata di fichi, ma voi potete personalizzare a piacere. Nella mia versione non è presente il burro, ma solo olio extravergine di oliva.

Torta Nua alla marmellata di fichi

Ingredienti ( stampo da 24 cm ca.)

3 uova
300 g di farina 0
150 g di zucchero semolato
85 g di latte parzialmente scremato
85 g di olio extravergine di oliva
1/2 bustina di lievito per dolcki
la buccia grattugiata di 1 limone Bio
un vasetto di marmellata di fichi

Procedimento

  1. Mettete le uova in una ciotola, aggiungete lo zucchero e montate bene con le fruste fino a che il composto non risulterà chiaro e spumoso.
  2. Unite il latte, l’olio, la farina setacciata con il lievito e la buccia grattugiata del limone, quindi amalgamate bene con una spatola dall’alto verso il basso.
  3. Versate il composto in una teglia oliata e infarinata.
  4. Prendete la marmellata e versatela sulla superficie della torta a cucchiaiate.
  5. Infornate a 170 gradi in forno statico senza preriscaldare per 50 minuti circa.
  6. Fate raffreddare quindi sformate il dolce e decorate con zucchero a velo.
N.B. Se volete che il ripieno sprofondi nel dolce completamente diminuite leggermente la dose della farina e usatela una 00. Io, per gusto personale, amo la marmellata leggermente in superficie. Secondo me produce un profumo e un gusto davvero unico e inimitabile.

Simona Stentella

Sono uno storico dell’arte, ma lavoro all’accettazione dell’ospedale di Acquapendente, un paese sul confine tra Lazio, Umbria e Toscana. Amo la tranquillità, le cose semplici e amo seguire le mie passioni, che sono la cucina, la fotografia, l’arte.

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *