Torta di crema, fragole e cioccolato bianco

Finalmente trovo il tempo di postare la torta di compleanno ufficiale di Margherita….quella della festa con gli amici della sua taglia! Sì, lo so…ha festeggiato più volte e ormai l’argomento è archiviato, ma la torta era davvero buonissima e ve la voglio raccontare perché è stata facilissima e di grande effetto!
La torta è decorata solo con ingredienti naturali e, per ricordare il tema della festa, ho messo degli adesivi sugli stecchini che poi ho infilzato sulla torta. La nota di colore l’ho data con il disegno di fiori fatto con le fragole. A questo punto devo necessariamente aprire una parentesi…Non amo molto usare la pasta di zucchero colorata, che trovo bellissima, ma evito per via dei colori artificiali. Ultimamente però sono al lavoro per raccogliere dal web tanti metodi per colorarla in modo del tutto naturale….se l’esperimento darà buoni frutti pubblicherò i risultati delle mie ricerche e mi cimenterò nell’impresa di fare una torta con copertura del tutto naturale. Fino ad allora continuerò a decorare coi metodi più rustici!

Torta di crema, fragole e cioccolato bianco

 
Ingredienti:
Savoiardi;
crema pasticcera;
panna da montare;
fragole;
succo di frutta alla pera;
il succo di 1 limone;
zucchero;
gocce di cioccolato bianco.

 

Procedimento:

Vabbè, qui è imbarazzante tanta è la facilità di esecuzione.
Preparare uno sciroppo per bagnare i savoiardi mettendo sul fuoco il succo di frutta alla pera allungato con acqua, succo di limone, zucchero e portare a bollore.
Pulire e tagliare le fragole.
Montare la panna e aggiungerla alla crema pasticcera per alleggerirla un po’. A questo punto basta comporre la torta, bagnando ogni savoiardo e mettendolo a formare la base della torta, poi stendere la crema  e uno strato di fragole tagliate a pezzetti
Coprire con un altro strato di savoiardi e ripetere l’operazione.
Finire con uno strato di crema. Decorare con le fragole e le gocce di cioccolato bianco.
Simona Stentella

Sono uno storico dell’arte, ma lavoro all’accettazione dell’ospedale di Acquapendente, un paese sul confine tra Lazio, Umbria e Toscana. Amo la tranquillità, le cose semplici e amo seguire le mie passioni, che sono la cucina, la fotografia, l’arte.

10 Comments

  1. 6 luglio 2013 / 7:46

    che begli invitati Simo <3<3<3 e tanti auguri all'aiutante <3 !!!

    • 6 luglio 2013 / 20:12

      Non è descrivibile, manco io mi aspettavo un risultato così! Talvolta le cose più semplici sono quelle di maggior successo!

  2. 8 luglio 2013 / 6:08

    questa torta è una vera delizia…. ora ci sono anch'io tra i tuoi followers…. per qualsiasi cosa contattami su fb.
    bacio e a presto 😉

    • 8 luglio 2013 / 17:26

      Che bello trovarti qui!!! Grazie mille e stai sicura che al più presto ti chiederò di tutto e di più sulla pdz!!!! Un bacione

  3. 10 luglio 2013 / 17:16

    Ciao Simona, sono passata a trovarti da buona vicina di blog, e… appena ho letto il titolo di questa ricetta mi ci sono fiondata. Secondo me sono proprio le cose semplici le migliori, e poi solo a guardarla..mmm, ho appena cenato eppure sento un certo languorino 😛

  4. 7 ottobre 2013 / 13:32

    Buonissimaaaa!!
    Così morbida con i savoiardi!!
    Mi segno la ricetta ..ideale per i bambini, come l'hai fatta tu.
    Anche per i grandi..senza dubbi!!
    Baci.
    Inco

    • 7 ottobre 2013 / 13:49

      Grazie mille Inco!!!! Eh eh, per un po' sono costretta a bandire liquori….almeno fino a che la nanerottola raggiunge un'età più avanzata!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *